La madre gli sequestra il Pc, lui tenta il suicidio

Torino: madre sequestra il computer al figlio affetto dalla sindrome di Hikikomori, lui tenta il suicidio

Un ragazzo di 19 anni residente a Torino, ha cercato di togliersi la vita. Il gesto estremo è riconducibile alla condizione psicologica del ragazzo, affetto dalla Sindrome di Hikikomori.

La Sindrome di Hikikomori rappresenta una condizione di vita molto diffusa in Giappone tra gli adolescenti. Le persone affette da questa sindrome, scelgono di ritirarsi dalla vita sociale per vivere in condizioni di estremo isolamento, spesso accompagnato da un estremo utilizzo di console da gioco o computer. Molti di loro non comunicano neanche con i familiari evitando di uscire dalla loro stanza.

Questo, è il caso del ragazzo che ieri ha cercato di togliersi la vita, gettandosi dal quinto piano della sua abitazione. Dopo l’ennesima lite con la madre, che gli ha sequestrato il suo computer dal quale non si separava ormai da mesi rinunciando a qualsiasi contatto con l’esterno, il ragazzo ha deciso di buttarsi dal quinto piano della sua abitazione.

Dopo la caduta, il ragazzo è stato trasportato all’Ospedale C.T.O di Torino per poi essere ricoverato in prognosi riservata. Le sue condizioni per ora restano molto gravi poiché ha riportato molteplici traumi alla faccia, al cranio e alle vertebre.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO