4shared
11.2 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

La letteratura comica come stimolo giovanile

Il curatore della collana umoristica “Veni, Vidi, Risi”, Stefano Sarcinelli, svela i segreti che lo hanno spinto e motivato a conseguire il proprio obbiettivo. Il direttore editoriale della collana, Michele Caccamo, esprime le proprie opinioni al riguardo. Dietro la collana si nasconde infatti un vero e proprio progetto di qualificazione della letteratura umoristica.

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

Domenica 16 dicembre 2018 si è tenuto il secondo incontro di presentazione della collana umoristica letteraria “Veni, Vidi, Risi”, durante il quale si è svolta la cena con l’autore Francesco Paolantoni. L’evento si è tenuto presso la Sala Assemblee La Guardianese, sita presso Guardia Sanframondi, Benevento.

Veni, Vidi, Risi”, oltre che essere il nome della collana umoristica edita a cura di Stefano Sarcinelli, è il nome di un progetto di promozione della letteratura umoristica.

Attraverso l’utilizzo di convegni, incontri e seminari si vuole incrementare la diffusione della letteratura umoristica, in primo luogo per aumentare il tasso di lettori, che stando alle recenti stime si è drasticamente ridotto nell’ultimo decennio, sia per offrire nuove opportunità lavorative.

“Considerato il decadimento dei valori ritengo quanto mai urgente una piena invasione di libri nelle nostre case. Serve una nuova educazione umanistica, una rinascita della dialettica. Per uscire da questo tempo assurdo e assoluto fatto di pochezza, immagine e banalità.” come afferma il direttore editoriale di collana, Michele Caccamo.

Il progetto è infatti rivolto ai più giovani, ai quali si vogliono offrire gli stimoli necessari per attivare la propria creatività trasformando il progetto in una rampa di lancio nel mondo del lavoro. Il progetto vuole infatti focalizzarsi sulla creazione di un’occasione di lavoro e di sviluppo per i più giovani, i quali risultano essere i beneficiari principali dello stesso, nonché i protagonisti dell’iniziativa.

“Grazie all’apporto dei nostri partners e di rapporti in essere della nostra associazione, crediamo di potere raggiungere più persone possibili tra convegni, presentazioni, e seminari svolti tra teatri, aule universitarie, librerie, biblioteche ed associazioni culturali. Durante tutto il 2018 abbiamo fatto e faremo diversi incontri/convegni: presso la Feltrinelli di Napoli o la libreria “Io ci sto” sempre a Napoli. Speriamo di riuscire a farne anche presso l’Università Suor Orsola Benincasa con la collaborazione del Prof. Massimo Cinque, nonché la sede della rivista XXI Secolo diretta da Antonio Canitano presso il centro direzionale oppure l’Università LUISS di Roma, la Biblioteca di Scampia, il teatro “Eduardo de Filippo” di Agropoli con il direttore artistico Pierluigi Iorio, più altre attività in via di definizione. Crediamo che oltre la diffusione della letteratura umoristica essa possa essere una possibilità lavorativa e di stimolo concreto per giovani autori e che possono diventare nuovi scrittori, sceneggiatori, autori tv e radio e tutte le opportunità che questo campo offre. Nello specifico in accordo con il gruppo editoriale LIT verrà valutata la pubblicazione testi letterari scritti dai giovani partecipanti. La durata è prevista per l’anno 2018 e parte del 2019. La sede principale dello svolgimento delle nostre attività sarà la regione Campania.” come affermato dal presidente dell’associazione LaPrimAmericana, nonché curatore della collana, Stefano Sarcinelli.

L’associazione culturale LaPrimAmericana ha negli ultimi anni intensificato la propria attività in ambito culturali. Un degli obbiettivi principali posti dall’associazione è la “valorizzazione del capitale umano di eccellenza in ambito, tecnico, scientifico, creativo”, donando particolare attenzione ai giovani artisti.

L’associazione si occupa, non solo di individuare i giovani talenti, ma anche di aiutarli nell’affinamento delle proprie capacità, proiettandoli successivamente nel mondo del lavoro, spesso anche in ambito di trasmissione delle stesse capacità. Le attività dell’associazione spaziano dalla produzione di spettacoli teatrali, corti cinematografici, docufiction, alla composizione di testi letterari in ambito comico umoristico.

“La manifestazione “Veni, Vidi, Risi” fa seguito e si collega alla collaborazione iniziata e continuata per tutto l’anno 2018 con la casa editrice “Gruppo LIT” per il progetto di una nuova collana di pubblicazioni sulla comicità e l’umorismo e che ha l’intento di riscoprire autori del recente passato ma soprattutto di proporre nuovi autori giovani capaci di continuare la lunga e prestigiosa storia della letteratura comica.”, continua il presidente Sarcinelli.

“Come saggiamente insegna Pirandello, l’umorismo è indispensabile per far soffermare l’uomo non sull’aspetto comico degli eventi ma sulle profondità della loro causa. Gli umoristi ci portano a riflettere, dopo una sana risata.” commenta invece il Signor Caccamo.

Il progetto è finalizzato anche alla riscoperta della letteratura comica ed umoristica in un’epoca nella quale la comicità e l’umorismo sono fortemente intaccati dalle istituzioni e dalla morale, le quali spengono quello spirito proprio della comicità che racchiude il senso di questo genere artistico, “Nel mondo moderno trovo pochi umoristi, e l’ostacolo maggiore sta nell’uso ridicolo dell’ironia. Siamo piuttosto circondati da molti buffoni, utili a far ridere soltanto i cortigiani ovvero quelli che non si pongono dubbi.” commenta in merito il Signor Caccamo.

La collana “Veni, Vidi, Risi” è curata dal presidente dell’associazione LaPrimAmericana, Stefano Sarcinelli, e prevederà la pubblicazione, per le edizioni Ultra del Gruppo LIT, delle opere di diversi autori di origine campana, tra i quali si annoverano Francesco Paolantoni, Rosalia Porcaro, Nicola Vicedomini, Lorenzo Hengeller, Barbara Maurano, Mario Marenco, David Riondino, Eduardo Tartaglia, i quali prenderanno parte anche ai convegni di presentazione per trasmettere un messaggio a tutti i lettori o semplicemente ai più curiosi.

La finalizzazione del progetto per i più giovani è chiaramente riscontrabile anche nell’organizzazione degli eventi, che si tengono in luoghi dove vi è grande affluenza di giovani.

“Il progetto elaborato ha una sua complessità riferita alle caratteristiche interdisciplinari che lo rende originale nel suo divenire e nelle soluzioni proposte.

Innanzitutto la diversità dei luoghi di incontro e di dibattito: aule universitarie, biblioteche, spazi nei festival, librerie…

Questo si concretizza nella possibilità di incontrare soprattutto giovani di varia provenienza e classe sociale per un maggiore coinvolgimento degli stessi.”, afferma Stefano Sarcinelli.

Fortemente incisiva è anche la partecipazione di professionisti agli eventi di presentazione, tra cui docenti universitari, ricercatori, scrittori, autori televisivi e radiofonici, comici, musicisti, renderanno il mondo professionale più vicino ai giovani, così da lanciare un amo nella parte più giovane della società.

Tra i nomi dei professionisti che prenderanno parte ai vari eventi organizzati si annoverano: Alberto di Risio, Massimo Cinque, Linda Brunetta, Riccardo Cassini, Giobbe Covatta, Francesco Paolantoni, Paolo Mariconda, Lorenzo Hengheller, Roberto Del Gaudio, Michele Serio, David Riondino, Sandro Luporini.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli