4shared
13.4 C
Napoli
domenica, 28 Febbraio 2021

La festa del libro e delle rose

Nasce in Catalogna, durante il giorno dedito ai festeggiamenti di San Giorgio, la ”festa del libro e delle rose” diventata a partire dal 1996 Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore. 

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

Si festeggia ogni anno il 23 aprile, in più di 100 Paesi la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, legalmente istituita nel 1996 dall’UNESCO che dall’epoca ripropone annualmente l’iniziativa patrocinando spesso iniziative, eventi e progetti volti alla promozione della lettura, delle attività editoriali, rimarcando l’importanza della proprietà intellettuale tutelata dalle leggi riguardanti il copyright.

La data originaria dell’evento era il 7 ottobre, ma venne successivamente spostata al 23 aprile, giorno dedito al festeggiamento del patrono della Catalogna San Giorgio, da cui nasce la tradizione Spagnola che vuole che gli uomini donino alle proprie donne una rosa, tradizione così forte che divenne consuetudine anche tra i librai donare una rosa ai propri clienti in questo giorno.
Divenne festa internazionale solo nel 1996 grazie all’Unesco, che mantenne la data del 23 aprile, in quanto emblematica a causa della perdita di tre grandi scrittori, lo spagnolo Miguel de Cervantes, l’inglese William Shakespeare e l’Inca Garcilaso de la Vega.
Consuetudine delle evento è la nomina, da parte dell’Unesco, di una Capitale mondiale del libro scelta in base alle iniziative promosse.
La prima fu Madrid, nel 2001, l’anno successivo fu Alessandria d’Egitto, successivamente New Delhi, Antwerp, Montreal, Torino, Bogotà, Amsterdam, Beirut, Ljubljana, Buenos Aires e Yerevan,  Bangkok, Port Harcourt, in Nigeria.
L’anno scorso la capitale mondiale del libro è stata Incheon, terza città coreana dopo la capitale Seul e Busan. La scelta è stata basata sul suo programma di iniziative riguardo i libri e la lettura.
Un ruolo fondamentalmente importante è stata o ricoperto dalle iniziative promozionali a favore della lettura, sia in carta stampata che in formato digitale, ai cittadini della penisola coreana.
La Capitale Mondiale del Libro del 2018 è la città di Atene, ottenendo l’ambito riconoscimento grazie al programma composto da incontri con scrittori, traduttori e illustratori.
Scopo del programma Ateniese è quello di rendere i libri accessibili a tutti gli ateniesi, inclusi i migranti e i rifugiati.

Ultimi articoli