martedì 05 Marzo, 2024
15.3 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

La Domenica di Carta 2020: evento culturale in Campania

La Domenica di Carta 2020 è un evento culturale promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, per avvicinare le persone al patrimonio librario e documentale italiano, magistalmente conservato in splendidi luoghi della cultura.

L’iniziativa, prevista per domenica 11 ottobre, consiste nella possibilità di visitare biblioteche storiche e archivi di stato, aperti eccezionalmente al pubblico, con mostre, visite guidate, incontri, proiezioni e spettacoli ospitati in palazzi storici dall’estremo valore artistico e culturale.

In Campania saranno diversi i luoghi da visitare durante questa manifestazione, vediamo quali.

A Napoli sarà aperto l’Archivio di Stato, che in collaborazione con Museo delle Arti Sanitarie presenterà una rassegna dal nome: “Le arti sanitarie: luoghi, professioni e cure”.

Nella sala Filangieri saranno esposti documenti dell’archivio e oggetti sanitari di proprietà del museo, in una  mostra dal percorso congegnato in modo da fornire informazioni  e suggestioni su alcuni aspetti dell’organizzazione sanitaria,  delle pratiche e delle professioni mediche nel Regno di Napoli e delle due Sicilie. Inoltre, saranno presentati gli  strumenti del mestiere, la farmacopea,  gli statuti professionali e i luoghi della cura.

Previsti, poi, alcuni interventi nella zona antistante la Sala Filangeri per fornire maggiori aspetti sull’evoluzione delle pratiche mediche sino ad oggi. Parteciperanno all’evento, anche se in momenti differenti, Marielva Torino, paleopatologa e docente presso l’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli che illustrerà metodi e strumenti adottati per l’indagine medica e storica che sta conducendo una serie di studi su un cranio per ricostruirne un possibile profilo storico e anatomico sino alla ricostruzione digitale del volto. La direttrice dell’Archivio, Candida Carrino, in una piacevole conversazione con Gennaro Rispoli, medico chirurgo, direttore del Museo delle arti sanitarie, presenterà il libro dello stesso Rispoli dal titolo Scienza carità arte negli antichi ospedali d’Italia.

L’accesso all’Archivio e la visita alla mostra saranno liberi e gratuiti e saranno gestiti nel rispetto della normativa anti Covid-19 . L’orario di apertura è dalle ore 9.00 alle 13.00, per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina dell’evento al link culturaitaliaonline.beniculturali.it/domeniche-di-carta-2020-in-archivio-di-stato-di-napoli/.

Sempre a Napoli per la Domenica di Carta 2020 prevista l’apertura della Biblioteca Nazionale e della Biblioteca Universitaria della Federico II. Nel primo caso sarà possibile, oltre ad ammirare la bellezza artistica delle sale che ospitano la biblioteca anche osservare da vicino storici manoscritti; tra cui delle commoventissime lettere di Giacomo Leopardi ai genitori, che riportano in calce la sua firma e danno una visione molto intima del poeta e  un manoscritto di Dante in cui tramite disegni a penna  sono raccontati  gli episodi più salienti della Divina Commedia.

Nel caso della Biblioteca Universitaria previste visite guidate programmate al Cortile delle statue, al Loggiato Monumentale e allo storico Salone di lettura.

In entrambi i casi obbligatoria, a causa dell’emergenza sanitaria, la prenotazione.

La Domenica di Carta 2020 sarà anche in altre città campane.

A Salerno aperto l’Archivio di Stato in cui è previsto un percorso documentario relativo alla valorizzazione del patrimonio archivistico riguardante la storia delle epidemie, le relative misure di contenimento e le istituzioni ospedaliere presso la Cappella di San Ludovico.

A Caserta l’archivio di Stato presenterà una mostra dal titolo “La fermezza e la grazia. Economia e società in tempo di pandemia”,  ispirandosi ad un celebre passo del romanzo di Thomas Mann “La morte a Venezia”.

Sempre nell’ambito della manifestazione La Domenica di Carta aperti anche gli Archivi di Stato di Benevento e Avellino.

A Benevento sarà possibile visitare la mostra documentaria “La medicina del Sannio al tempo delle epidemie”, mentre ad Avellino  sarà possibile visitare una mostra dal titolo “VIRUS: speranze ed opportunità in tempi difficili. Le epidemie e la salute pubblica nei documenti dell’Archivio di Stato di Avellino” che racconterà, attraverso documenti e fotografie, i contagi verificatisi in provincia a partire dalla sifilide nel XVI secolo, passando per la terribile peste del 1656, fino al colera, al tifo e alla malaria che flagellarono il territorio per tutto il XIX secolo ed oltre, evidenziando le misure di prevenzione e contenimento adottate dai governi e la risposta resiliente della popolazione.

Una Domenica di Carta, dunque, fortemente ispirata al periodo storico che il mondo sta vivendo, la pandemia da Covid-19 e che per tal motivo seguirà strettissimi protocolli si sicurezza.