La delibera del Comune di Napoli per le aree pedonali maggiori aree pedonali per favorire la ripresa del commercio, penalizzato durante le misure resistrittive dell'emergenza sanitaria. A partire dal 6 giugno al 31 ottobre.

la nuova delibera

La nuova delibera Comune di Napoli, la delibera per incrementare le aree pedonali.

E’ di ieri la delibera della Giunta del Comune di Napoli, che prevede a partire dal 6 giugno fino al 31 ottobre 2020, ulteriori aree pedonali con l’obiettivo di favorire la ripresa delle attività commerciali, inevitabilmente penalizzate durante il lock down.

Queste aree copriranno il Centro Storico con ZTL Mezzocannone, Piazza del Gesù le aree del Centro Storico di Napoli, in particolare le ZTL “Centro Antico”, “ZTL Mezzocannone” e ZTL “Piazza del Gesù”,  per l’estate dalle ore 19.00 alle ore 7.00 di tutti i giorni della settimana.

Verranno inoltre create altre aree pedonali nei ” Quartieri Spagnoli” e in ” Via Leopoldo  Rodinò”.

Secondo quanto appreso dal Comunicato della Giunta Comunale sarà un’operazione che tenderà al supporto delle attività cittadine ed economiche, danneggiate durante il periodo dell’emergenza sanitaria.

Molte strutture infatti hanno necessariamente dovuto apportare modifiche per consentire il distanziamento fisico degli utenti e di conseguenza ridurre, per quanto concerne locali, e ristoranti, i posti a sedere. Con conseguenze economiche di rilievo.

A questo provvedimento se ne aggiunge un altro, ufficializzato nella giornata di ieri, sulle occupazioni di suolo  azzerando il procedimento burocratico sulle autorizzazioni ed esentando dal canone comunale bar, ristoranti e pizzerie.

E inoltre secondo quanto dichiarato dagli assessori Clemente e Galiero e dal Vicesindaco Panini  ”Le aree pubbliche del centro antico, infatti, potranno costituire in questo modo una vera e propria risorsa sia per agevolare la mobilità pedonale sia per la ripresa in sicurezza delle attività produttive, grazie alla possibilità data dall’amministrazione comunale di somministrare beni e servizi all’esterno dei locali, incrementando le occupazioni di suolo già esistenti con l’installazione di allestimenti di basso impatto sull’ambiente ”

Alle aree sopracitate poi, fa sapere la Giunta,  se ne aggiungeranno di altre, in base alle proposte delle Municipalità e di ciascuna esigenza territoriale sempre nel rispetto delle norme di contenimento.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories