lunedì 27 Maggio, 2024
23.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

La cultura, il sapere e le nuove prospettive dopo la pandemia

Indietro non si torna; in ogni campo della conoscenza e della cultura, nell’anno che ci aspetta, si cerca una bussola per una era ignota.

In questo momento storico siamo come difronte ad un cancello sospeso tra un mondo e un altro. Possiamo scegliere di attraversarlo portandoci dietro tutto oppure possiamo varcare quella soglia con più legerezza, pronti a immaginare un pianeta diverso e a lottare per ottenerlo. Impossibile fare passi indietro. E in ogni campo del sapere, nel prossimo futuro, si cercheranno nuove bussole.

Nella geografia culturale ormai segnata dalla pandemia sono cambiate delle cose. Si è messa in discussione la prospettiva antropocentrica che ci impediva la nostra coappartenenza al sistema della vita insieme ad altri soggetti.

I paradossi di questi mutamenti non sfuggono. “Abbiamo inventato un nome per enunciare il problema. E quel problema siamo noi. Cambiando il mondo e ora dobbiamo adattarci ad esso.” Cambiano le lenti attraverso le quali osservare la realtà. Il valore della dignità umana e sulle crescenti diseguaglianze che colpiscono il pianeta.

Due anni fa avremmo passato in piazza il capodanno, o magari in un locale, poi durante le ferie un film al cinema o in un museo. Ora restano timori e chiusure. Nella società ddi oggi  tra online e offline, anche la cultura prova a rinnovarsi. Senza un boom del digitale non avremmo avuto il successo di molti artisti. Online ormai mostre e musei hanno un loro pubblico. I cinema con le piattaforme online provano comunque a ripartire.

Per ripartire al meglio nel 2022 a Roma, l’iniziativa all’insegna della rinascita culturale e della ripartenza in totale sicurezza.

Roma Capodarte 2002, l’iniziativa per accogliere il 2022 all’insegna della rinascita culturale e della ripartenza. La risposta del pubblico: hanno partecipato circa 15.000 persone, eventi sold out. L’evento ha coinvolto una cinquantina di spazi culturali della città, biblioteche, musei, teatri e cinema, anche archeologie del Circo Massimo e dei Fori Imperiali. In programma più di 50 eventi con incontri, dibattiti, workshop, visite guidate, proiezioni.