25.4 C
Napoli
lunedì, 3 Ottobre 2022

La città di Napoli si prepara ad ospitare il Comicon

Napoli si prepara ad ospitare uno degli eventi più colmi di colore della stagione primaverile 2018: il Comicon, fiera fumettistica partenopea.

Da non perdere

A Napoli, fervono i preparativi di una delle fiere del fumetto più belle della penisola: il Comicon, che vede la partecipazione degli appartenenti ad ogni fascia d’età, che hanno in comune una sola passione, il fumetto.

Esposizioni e vetrine dei prodotti a strisce, provenienti da ogni angolo del pianeta, faranno la loro comparsa non solo nel Salone d’Oltremare, ma in tutta la metropoli.

Svariate mostre stanno, difatti, per essere allestite in ogni angolo del capoluogo, dall’aeroporto agli istituti di cultura, ai luoghi d’arte: dal ventotto aprile al primo maggio, Napoli immergerà i suoi visitatori in un mondo interamente pervaso da cultura pop.

Le esposizioni omaggeranno i fumetti più celebri e tavolozze che possono essere considerati dei veri e propri capolavori artistici, delle piccole opere d’arte e cultura che arricchiscono il patrimonio dei più giovani o anche dei più maturi, attraverso vivacità e brillante ingegno.

L’edizione, giunta ormai al suo ventesimo anniversario, prevede, come già accennato in precedenza, il coinvolgimento di importanti sedi culturali quali il MANN e il Goethe-Institut o Il Cervantes.

Come ogni anno, sono stati messi in vendita, sin dal 22 gennaio 2018, sia abbonamenti comprendenti l’intera durata della fiera che biglietti giornalieri.

Gli studenti hanno invece diritto a un biglietto giornaliero dal prezzo fortemente ridotto, acquistabile direttamente dall’istituto scolastico che frequentano.

Coloro che oramai hanno abbandonato gli studi possono ottenere uno sconto, se effettuano la prenotazione entro il sei aprile, rivolgendosi alla segreteria della sede principale.

Il prezzo degli ingressi è, purtroppo, lievemente salito, ma resta gratis per i bambini fino ai sei anni e per i portatori di handicap.

Ad ogni modo, i costi si mantengono bassi in rapporto alla qualità dell’offerta di questa oramai rinomata mostra, la quale diletta e affascina milioni di italiani e turisti.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli