3.6 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

L’8 dicembre nasceva Diego Rivera

Dunque, l'8 dicembre è una data importante per il panorama culturale non solo italiano, Diego Rivera è celebrato ancora oggi, a distanza di anni, per la sua infinita grandezza e per il legame con Frida Kahlo.

Da non perdere

L’8 dicembre del 1886 nasceva uno degli artisti più conosciuti e amati, Diego Rivera.

Diego María de la Concepción Juan Nepomuceno Estanislao de la Rivera y Barrientos Acosta y Rodríguez, è stato un pittore ed artista muralista messicano.

Attento alle tematiche sociali, le opere di Diego Rivera suggellano l’emblema e l’identità di un Paese caratterizzato da tantissime contraddizioni, delle quali l’artista si fa portatore mediante la propria arte.

Essendo Rivera un grande muralista, realizza le opere, di immane bellezza, sulle pareti dei principali edifici della città. Molte di queste realizzazioni trovano spazio nel centro storico di una delle più grandi del mondo: Città del Messico.

Fra il 1920 e 1921 viaggia in Italia dove ha modo di visitare Roma, Firenze e Ravenna confrontandosi con una cultura diversa e realizzando numerosi bozzetti.

Rivera, nato l’8 dicembre, decise di dedicarsi ai murales, nel 1922 una volta rientrato dall’Europa, dove ebbe modo di relazionarsi con gli influssi artistici ed intellettuali della società del tempi; il clima post rivoluzionario infiamma la pulsione dell’artista verso la lotta sociale. 

Nel contempo, proprio in quel periodo aderì al Partito Comunista Messicano ed insieme ad altri attivisti, fonda il Sindacato dei Pittori, Scultori ed Incisori Rivoluzionari. Nello stesso anno incontra per la prima volta la pittrice Frida Kahlo, che sposa nel 1929.

L’arte, la “sua arte” diviene in questo modo, un vero e proprio strumento di espressione, come giustamente dev’essere, ma al contempo rappresenta una fondamentale occasione di protesta, una modalità espressiva rivolta a tutti, al popolo, alla società, al ricco e al povero… agli occhi di chiunque sa guardare ed interpretare ciò che vede.

Ad oggi i suoi murales più famosi, tra il Messico e gli Stati Uniti, sono considerati come precursori dell’arte pubblica, in particolare della street art, per i contenuti progressisti e provocatori.

Diego Rivera, nato l’8 dicembre del 1886, rappresenta uno degli artisti messicani del più conosciuti e studiati del XX secolo; portavoce del ceto lavoratore, dei poveri e di chi, fino all’avvento della sua arte, non aveva potuto esprimere l’ingiustizia sociale subita in silenzio.

Tra i murales più famosi: uno degli esempi più conosciuti ed importanti è L’industria di Detroit, realizzata nel 1932. Il murales viene realizzato sulle facciate della Ford Motor Company. Si tratta di 27 pitture murali, oggi custoditi al Detroit Institute of Arts. L’opera, raffigura gli operai in un’azienda ed interviene sul rapporto tra uomo e lavoro oltre che sulla relazione tra uomo e macchine; realizzazione artistica fortemente criticata dalla chiesa, che vedeva al suo interno i dogmi propri della filosofia marxista; l’intervento e la presa di posizione del Detroit Institute of Arts, riuscì a salvare l’opera, riconoscendone l’immenso valore artistico.

Le scene dipinte raccontano anche le vicende dei peones, il suo popolo, e della loro schiavitù.

L’8 dicembre si festeggia la nascita di Diego Rivera

Le opere mobili di Diego Rivera, sono conservate al Museo Nacional de Arte di Città del Messico, e altre si trovano invece al Museo Dolores Olmedo, sempre nella capitale messicana, dove si trovano anche alcune opere di Frida Kahlo. 

Tra gli affreschi più emblematici sono da ricordare quelli del Palazzo nazionale a Città del Messico e quelli della scuola nazionale d’agricoltura a Chapingo.

Un rapporto delicato e difficile quello con la moglie, sposata due volte, Frida Kahlo. Diego e Frida sono come un cuore che batte all’unisono, alimentato all’unisono e che si basa su un rapporto di stima reciproca, tra amore, delusioni, bellezza ed interiorità. 

Diego Rivera rappresenta Frida in modo semplice, senza dettagli che potrebbero distogliere l’attenzione, spesso tratteggiata nero su bianco; una delle opere più famose è:  Desnudos sentado con brazos levantados, dipinto durante il loro primo anno di matrimonio, il pittore muralista messicano dà un’immagine di sua moglie che riesce ad essere dolce e delicata, ma anche forte e scultorea.

Elencare tutte le opere di Diego Rivera sarebbe impossibile, essendo tantissime, ma quelle citate sono tra le più celebri e famose. 

Sicuramente quello tra Frida Kahlo, la cui esistenza fu solcata dalla sofferenza, un’esistenza solcata dalla sofferenza e Diego Rivera fu difficilissimo, spesso definito una “subordinazione”.

Tutti e due sono stati artisti decisivi per la storia del loro Paese e di cui ancora oggi si parla con entusiasmo, studiandone gli aspetti e soprattutto i temi.

Dunque, l’8 dicembre è una data importante per il panorama culturale non solo italiano, Diego Rivera è celebrato ancora oggi, a distanza di anni, per la sua infinita grandezza e per il legame con Frida Kahlo.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli