4shared
9.6 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Italicum: questione di fiducia sempre più probabile

Da non perdere

Cinzia Capezzuto
Collaboratore XXI Secolo.

Un clima di tensione e incertezza ha accompagnato l’Italicum in questi ultimi passaggi prima dell’approvazione del testo lunedì 27 aprile. La Commissione Affari costituzionali della Camera ha approvato il testo che da lunedì prossimo sarà in aula per divenire legge. Il testo è stato approvato all’unanimità, raggiunta grazie alla presenza della sola maggioranza e alla sostituzione di 9 deputati della minoranza democratica. Le opposizioni hanno reagito male a queste sostituzioni e hanno disertato la Commissione, lasciando discutere, e approvare, gli emendamenti ai presenti.

Di dette opposizioni fa parte anche il Partito Democratico, diviso in quattro filoni:

L’Area Riformista propone di dichiarare subito il ” all’Italicum, senza perdere altro tempo; Un’altra parte della stessa corrente insiste nel chiedere una trattativa sul merito sino all’ultimo; I contrari alla legge, tra cui figurano Pierluigi BersaniRosi Bindi, i quali per evitare il “no” alla fiducia uscirebbero dall’aula.

21secolo_cinziacapezzuto_bindibersani
Bindi e Bersani

E infine, ci sono i contrari non solo alla alla legge ma anche al Governo, come Giuseppe Civati e Stefano Fassina.

A questo punto non si può escludere che il governo chieda la fiducia per bloccare il disegno di legge in aula, con 4 fiducie poste sui 4 articoli, tanto che il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha già dichiarato: «non ho paura delle elezioni».

Il Ministro Maria Elena Boschi ha lanciato un appello. Da un lato ha chiesto alle opposizioni di essere presenti in aula, dall’altro ha invitato le opposizioni e le minoranze a non ricorrere al voto segreto e  di “combattere le battaglie a viso aperto”. La possibilità di richiedere un voto segreto è prevista dal regolamento parlamentare.

A questo punto a livello parlamentare si prospetta una duplice realtà:
– le opposizioni possono fare “Aventino” come già accaduto in commissione;
– il Governo può ricorrere alla fiducia per risolvere il tutto ed evitare di incorrere nei rischi connessi agli eventuali voti segreti.

21secolo_cinziacapezzuto_matteorenzi
Matteo Renzi esprime il suo pensiero sull’importanza di approvare una legge elettorale

image_pdfimage_print

Ultimi articoli