Ischia esonero tasse universitarie per zone rosse

Ischia, esonerati dal pagamento della tassa universitaria regionale, gli studenti residenti nelle zone colpite dal sisma dello scorso 21 agosto 2017. Un gesto di notevole importanza, che approva un disegno di legge, che prevede l'esonero per gli studenti delle zone del sisma.

ischiaesonerotasseuniversitarieperzonerosse_gerardinadimassa_21secolonews
"Un doveroso gesto di vicinanza per favorire l'istruzione dei giovani ischitani che continuano ad incontrare grosse difficoltà economiche e logistiche in conseguenza del terremoto", ha commentato sul suo profilo ufficiale Nicola Marrazzo, presidente della Commissione Lavoro, Attività Produttive, Turismo, Commercio e Industria.

Ischia, è trascorso oltre un anno dal sisma che il 21 agosto colpì le zone di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio, con risonanza anche negli altri comuni dell’isola, e gli abitanti di quei comuni continuano a vivere notevoli disagi; numerosi sono gli sfollati, nella cosiddetta zona rossa vi sono ancora depositate le macerie del sisma.

Nonostante ciò, un piccolo passo avanti sembrerebbe fatto, in quanto, la Giunta Regionale nella scorsa riunione, tenutasi lo scorso 2 ottobre, ha approvato il disegno di legge che stabilisce l’esonero dal pagamento della tassa regionale per il diritto allo studio universitario in favore degli studenti residenti nei Comuni dell’isola di Ischia coinvolti nel sisma del 21 agosto 2017.

“Un doveroso gesto di vicinanza per favorire l’istruzione dei giovani ischitani che continuano ad incontrare grosse difficoltà economiche e logistiche in conseguenza del terremoto”, ha commentato sul suo profilo ufficiale Nicola Marrazzo, presidente della Commissione Lavoro, Attività Produttive, Turismo, Commercio e Industria.

Naturalmente tutto ciò è stato reso noto anche dall’Ateneo Federico II di Napoli, dal quale è stata diffusa una nota, nella quale si legge: il consiglio di amministrazione ha statuito l’esonero totale dalle tasse e contributi universitari per l’a.a. 2017-2018 per gli studenti regolarmente iscritti e residenti alla data del 21-08-2017 nei Comuni di Forio, Casamicciola Terme e Lacco Ameno colpiti dal sisma.

Un passo avanti notevole, in seguito alla visita del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in visita a Casamicciola lo scorso 6 settembre, e che proprio in quella occasione aveva ribadito che non esistono cittadini di serie “a” e cittadini di serie “b”. Dopo l’importante, quanto importante decisione di esonerare gli studenti delle zone colpite dal sisma, si spera che vi siano ulteriori progressi e attività mirate a ridare speranza agli abitanti delle zone colpite.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO