10.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Investe l’amico dell’ex moglie, condannato a 4 anni

Il 26 febbraio dello scorso anno un uomo è stato investito da un auto perché colpevole di aver salutato con un cenno del capo l'ex moglie del guidatore. Oggi, quest'ultimo, è stato condannato a 4 anni e 8 mesi per tentato omicidio.

Da non perdere

Condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione con l’accusa di tentato omicidio, questa la pena patteggiata due giorni fa per il 40enne che, il 26 febbraio 2017 ha investito, con la propria auto, l’uomo che aveva salutato la sua ex moglie.

L’episodio si è consumato sull’autostrada A3, in direzione di Napoli, tra il castello di Nocera e Angri, in provincia di Salerno.

La vittima che era alla guida della sua auto, una Hornet,  aveva accennato un saluto amichevole alla ex moglie dell’uomo, con la quale aveva un rapporto d’amicizia da molto tempo e che si trovava alla guida di un’altra auto che lo aveva appena sorpassato.

In quel momento, dopo il sorpasso della donna, l’uomo è stato braccato dall’auto dell’ex marito che gli ha impedito il sorpasso è successivamente lo ha investito.

Prima di essere investito, l’uomo era già stato minacciato dall’ex della donna mentre era in sosta in una piazzola.

L’incidente, che lo ha coinvolto, ha catapultato l’uomo a circa dieci metri dalla propria auto, mentre l’altro che lo aveva investito aveva ripreso tranquillamente per la sua strada.

Le ferite riportate dalla vittima sono state abbastanza gravi; un trauma cervicale, frattura del malleolo e del perone, lesioni ai legamenti e varie escoriazioni da impatto sia alla mano che alla faccia.

Gli accertamenti sul luogo dell’incidente furono svolti dalla polizia stradale di Angri, mentre a mandare l’imputato a processo fu il sostituto procuratore, Roberto Lenza, attraverso una richiesta di giudizio immediato.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli