lunedì 22 Luglio, 2024
26.8 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Inter-Juventus, analisi e probabili formazioni

Inter-Juventus doveva essere la sfida scudetto e infatti lo sarà, ma con altre squadre particolarmente interessate, su tutte il Milan. I rossoneri infatti lunedì a Cagliari hanno la ghiotta occasione di allungare su una delle 2 squadra, o su entrambe in caso di pareggio.

La Juventus arriva alla sfida con qualche assenza, ma in un buon momento di forma. Le vittorie contro Udinese, Milan e Sassuolo hanno dato grande fiducia alla squadra di Pirlo. È importante trovare continuità di prestazioni, oltre che di risultati.

D’altro canto l’Inter pur non avendo particolari assenze, non sta attraversando il suo miglior momento. Dopo le 8 vittorie di fila infatti, è arrivata la sconfitta con la Sampdoria e il pareggio a Roma subito a ridosso del 90′.

Nella conferenza stampa di ieri, Pirlo ha mostrato la sua riconoscenza nei confronti di Conte: “Ho imparato tanto da Antonio, grazie a lui mi è venuta voglia di allenare. Siamo diversi caratterialmente, forse proprio per questo siamo andati sempre d’accordo. Firmare per il pareggio? No, partiamo sempre per vincere. Ho visto la squadra in fiducia. Faremo la nostra partita”.

Antonio Conte, dal canto suo, sembra non volersi sbilanciare, anzi tesse le lodi degli avversari: “Penso che la Juventus sia il punto di riferimento per capire una squadra a che punto sia arrivata. Dominano in Italia da 9 anni, nonostante abbiano cambiato tanto. Credo che attualmente nessuna squadra in Italia possa affermare di aver ridotto il gap dai bianconeri”.

Una partita importante non solo per il significato in sé del match, ma anche per il percorso che i 2 allenatori stanno compiendo con le rispettive squadre. La Juventus deve confermare quanto fatto vedere di buono nelle ultime settimane. L’Inter deve capire se riesce a cacciare il carattere nei momenti topici.

Inter-Juventus: le probabili formazioni

Inter (3-5-2): Handanovic, Bastoni, De Vrij, Skriniar, Hakimi, Brozovic, Barella, Vidal, Young, Lautaro, Lukaku.

Juventus (4-4-2): Szczesny, Danilo, Bonucci, Chiellini, Frabotta, Chiesa, Rabiot, Bentancur, Ramsey, Morata, Ronaldo.