7.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Inghilterra e Francia insieme per un calcio al terrorismo

Da non perdere

E’ l’amichevole più significativa della storia del calcio. Belgio- Spagna è stata rinviata per paura di attentati invece a Londra si gioca. Inghilterra-Francia vanno in campo con i protagonisti dentro e fuori ancora scossi da ciò che è accaduto venerdi le cui conseguenze purtroppo non sono ancora finite. Ma scendendo sul terreno di gioco le due squadre daranno un grande segnale di forza, di coraggio; il messaggio è quello di non arrendersi al terrorismo, di lottare, di non cedere alla paura che è impossibile da nascondere. Si gioca nel tempio di Wembley, una delle strutture più importanti al mondo. Sono questi gli ideali che deve trasmettere lo sport che purtroppo in molti casi si perde in scandali che poco hanno a che fare con le pure vicende agonistiche. Il Ct francese, Didier Deschamps, ha twittato: “Giocheremo per le vittime degli attentati e per onorare il nostro paese con grande orgoglio, perchè siamo fieri di essere francesi”. Rooney invece ha dichiarato:”Sono certo che verrano prese tutte le precauzioni affinchè stasera non accada niente. Qualunque sia il nostro stato d’animo noi giocatori penseremo solo a giocare e in campo ci sentiremo al sicuro”.

CERIMONIALE – Wembley sarà quasi tutto colorato di rosso, bianco e blu. Il celebre arco dell’impianto proietterà i colori della bandiera francese. Durante la rifinitura ci sarà il canonico minuto di raccoglimento, all’ingresso delle squadre in campo sarà cantato prima l’inno di casa, poi la Marsigliese che sarà intonata da tutti i presenti a cui saranno suggerite le parole tramite i maxi-schermi. In tribuna ci saranno tantissime autorità tra cui il Principe Willian, il quale ha fatto sapere di non voler mancare assolutamente, il premier britannico Cameroon e il sindaco Boris Johnson.

MISURE DI SICUREZZA- Scotland Yard, andando contro alle abitudini dei tifosi inglesi che arrivano negli stadi a pochi minuti dal fischio d’inizio, ha chiesto di arrivare presto perchè i controlli saranno minuziosi al massimo e si rischia di creare lunghe code. Entrambe le squadre arriveranno all’impianto scortate dalle forze dell’ordine, non sono state comunicate cifre ufficiali ma si parla di circa 1000 uomini della sicurezza impegnati a vario titolo. Rafforzati i controlli sulle linee metropolitane, così come nelle zone antistanti lo stadio. Forse speciali da ieri sera stanno già setacciando Londra con appostamenti anche sui tetti controllando soprattutto la zona di Piccadilly Circus. Ma la capitale della Gran Bretagna non mostra uno stato d’assedio, i negozi sono tutti aperti e in molti di questi fanno bella mostra le bandiere francesi con le immagini dell’hastag ormai famosissimo #PrayForParis.

IL RISULTATO?? STASERA NON CONTA! LO SPORT PIU’ FORTE DELLA PAURA A

image_pdfimage_print

Ultimi articoli