Incubo ai Camaldoli: disastri stradali e cedimento di fogne La bella e dannata Napoli nuovamente alle prese con sistemi stradali e fognari inadatti nel tratto collinare dei Camaldoli

_21secolo_TeresaGiordano

Ancora danni e pericoli per quanto concerne il sistema stradale e i condotti fognari della zona collinare dei Camaldoli, sita a Napoli.

Domenica, a causa dell’incessante pioggia, due collettori fognari hanno ceduto, provocando una voragine di ben 4 metri.

L’evento ha suscitato indignazione negli abitanti e nei principali esponenti delle municipalità dell’area, destando enorme preoccupazione per l’incolumità dei cittadini.

Come intervenire ai Camaldoli

Il collasso dei tubi delle fognature, oltre ad originare una spaccatura tanto ampia, ha anche ovviamente posto il problema di ricercare percorsi alternativi, atti a rendere nuovamente accessibile il tragitto per cui, di norma, si transitava, attraversando quei sentieri.

Sono state, difatti, pubblicate, nell’immediato, due ordinanze per provvedere a ristabilire l’ordine: si è così deciso che via Nazareth e via Camillo Guerra forniranno validi tratti stradali che aiuteranno a raggiungere le stesse mete. Tali destinazioni, una volta agibili solo se si viaggiava lungo la piazzetta Guantai di Nazareth e via Comunale Guantai di Orsolone, torneranno così ad essere abbordabili.

Il franamento ha poi generato una deviazione nei percorsi Anm 143, 144 e C44.

Come se non bastasse, le autorità hanno riscontrato ulteriori minacce di sicurezza per quanto concerne via MandracchioQuest’ultima sembra inadeguata a reggere il carico veicolare, che regolarmente sostiene. A tal proposito, si è avviata una conferenza di riapertura della strada.

La polizia municipale si occuperà di sorvegliare i lavori che si desiderano intraprendere, l’auspicio della popolazione è quello di veder compiute le operazioni entro la fine della settimana.

Aiuti dal Comune e dalle altre municipalità

L’ottava municipalità sta invece congetturando di riavviare strada Rotondella, necessario risulta l’esproprio di una parte di questa. La sezione pubblica della via, inoltre, impone una messa in sicurezza delle colline, per far sì che non abbiano luogo altri scivolamenti.

Si richiede, a gran voce, il sostegno del Comune di Napoli. Il consigliere municipale, Francesco Ruggiero, asserisce l’urgenza di donare un apporto consistente ai lavori pensati e di agire il più in fretta possibile. La superficie dei Camaldoli richiede un tipo di assistenza non più rinviabile.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories