27.8 C
Napoli
venerdì, 19 Agosto 2022

Incontro Salvini-Letta: convergenza tra i leader

Da non perdere

Dopo l’incontro tra Matteo Salvini e Enrico Letta sono state pubblicate due note “gemelle”, che indicano una convergenza sulla scelta del possibile Presidente della Repubblica.

Non era mai successo prima, ma sembra esserci un “patto” tra centro destra e PD, che apre al dialogo, con uno spiraglio di condivisione.

D’altronde, come era già stato affermato, Centrosinistra e centrodestra non hanno i numeri e quindi serve una figura condivisa.

Nel testo delle due note condivise dagli uffici stampa dei due partiti, si legge:

“Un incontro molto positivo” quello con Matteo Salvini, ha dichiarato Enrico Letta, mentre alla domanda se tornerà a incontrare il leader della Lega anche domani, Letta ha risposto: “Si, ci rivediamo domani”.

Nulla di fatto nella giornata di oggi: Lega, PD, M5S, Leu, Italia Viva e FdI hanno votato scheda bianca, secondo quanto era già stato stabilito. 

Tra i possibili candidati Presidente della Repubblica, Carlo Nordio proposto da Giorgia Meloni, Andrea Ricciardi per il centrosinistra, la diplomatica Elisabetta Belloni e il premier Mario Draghi, senza escludere l’ipotesi di un Mattarella Bis o delle candidature di Casini e Casellati.

In questo scenario, le formazioni politiche si muovono in vista del voto di domani; la sensazione è quella che tutto si possa concludere entro giovedì.

Incontro tra Centrodestra e Pd: vige collaborazione tra i partiti 

Le ipotesi sulle quali si è discusso oggi, saranno esaminate domani, anche se le indiscrezioni delle ultime ore parlano dell’eventualità di aver trovato un nome comune (che ancora non è stato rivelato).

Sembrerebbe esserci sintonia anche tra Salvini e Conte, dopo l’incontro di oggi: “C’è stata totale sintonia sulla necessità di rafforzare e intensificare il confronto, iniziato la settimana scorsa, per mettere da parte al più presto le schede bianche e scrivere un nome che unisca il Paese”. 

Ricordiamo che il leader del Movimento cinque stelle, Giuseppe Conte ha bocciato il patto di legislatura  auspicato da Letta: “Il nostro obiettivo non è un patto di legislatura, per noi non esiste questa formula. Non mi piace; ciò che serve è un patto con i cittadini”.

Nonostante gli incontri tra i vari partiti, intanto i leader delle formazioni politiche iniziano a preparare le prossime mosse, in vista dei prossimi giorni.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli