4shared
9.3 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

Incontro con il Comandante Generale Gen. C.A. Teo Luzi

“Benessere del personale, trasparenza e meritocrazia” ecco i temi trattati

Da non perdere

Riceviamo e Pubblichiamo

“Benessere del personale, trasparenza e meritocrazia”.

Con la discussione di queste importanti tematiche si è aperto l’incontro odierno tra il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Teo Luzi ed il Segretario Generale dell’Associazione Sindacale CarabinieriUNARMA, Antonio Nicolosi coadiuvato daiSegretari Nazional iFrancesco Patiti e Massimo Borraccini.

In un clima di leale e fattiva collaborazione si è avuto modo di ribadire la necessità di chiarire, a tutti i livelli, come la realtà sindacale nasca per “costruire” e non per “distruggere”. Il benessere del personale e l’efficienza istituzionale sono i pilastri che compongono le fondamenta dello stesso edificio.

L’Arma dei Carabinieri, per riprendere le parole del nostro Comandante Generale, “deve essere una casa di vetro” ed è proprio nella necessità di questa trasparenza che si inserisce l’indispensabile attività delle Associazioni a caratteresindacale che, nell’ambito della propria autonomia, possano portare a conoscenza molte anomalie e inosservanze di norme e regolamenti.

Al termine dell’incontro il Segretario Generale Antonio Nicolosi non ha mancato di esternare grande soddisfazione nel dialogo cercato dallo stesso Comandante Generale:Oggi è un grande giorno non solo per il nostro sindacato ma per tutte quelle Associazioni che condividono i nostri stessi ideali. L’apertura del Comandante Generale Teo Luzi è un segno inequivocabile della necessità, non più procrastinabile, di coordinare l’istituzione con la realtà sindacale. La volontà di costruire, di collaborare affinché tutti ne possano giovare è stata la bussola che ha orientato la nostra interlocuzione.

Il mio auspicio è che, anche ai minori livelli, si possa iniziare a concepire il mondo sindacale per quello che ne costituisce la sua essenza e per il grande apporto he può contribuire ad apportare. Si è giunti al momento di comprendere che non rappresentiamo una minaccia ma una risorsa tanto per il Carabiniere quanto per l’istituzione.”

Roma, 27aprile 2021

UNARMA COMUNICAZIONE

image_pdfimage_print

Ultimi articoli