18.1 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Incidente domestico per il figlio di Linus

Da non perdere

Ivana Leo
Collaboratore XXI Secolo.

La scorsa settimana il figlio del noto conduttore radiofonico Linus è stato vittima di un terribile incidente domestico. Il piccolo Miki, scivolato dalla sedia, ha riportato un trauma alle gambe che lo hanno reso paralitico per 7 giorni. Fortunatamente il bambino ha infatti ripreso a muovere autonomamente le gambe.

Miki
Miki, il figlio di Linus vittima di un fatale incidente domestico

Linus, storico volto e direttore di Radio Deejay, fratello di DJ Albertino e conduttore di numerose trasmissioni televisive musicali, è padre di Michele e Filippo, avuti dalla compagna Carlotta. Miki, Il più piccolo dei due, la settimana scorsa è stato vittima di un brutto incidente. Linus ha rivelato i terribili dettagli: “Domenica pomeriggio si era arrampicato su una sedia per raggiungere una mensola, è scivolato ed è caduto picchiando la schiena contro lo spigolo del letto. E di colpo non muoveva più le gambe“. A seguito della caduta il piccolo ha riportato uno shock midollare, facendo temere un danneggiamento irrimediabile alla colonna vertebrale e la conseguente paralisi. La corsa in ospedale, i medici, le preghiere, la speranza fino allo sblocco della situazione e gli arti inferiori che tornano a muoversi autonomamente. Certamente l’8 gennaio resterà per Linus il giorno più bello della sua vita.

Il conduttore, dopo alcuni post allarmanti e commoventi scritti sul suo blog , ha ringraziato tutti coloro che gli sono stati vicini anche con un semplice post su Facebook: “Sono commosso e imbarazzato per l’attenzione che mi state dedicando e la quantità di affetto che mi state dimostrando. Perlopiù alla cieca, visto che vi ho stupidamente spaventato senza spiegare nulla. Anzi, mi scuso per il tono misterioso e allarmistico del mio post di lunedì, ma ero veramente disperato. E lo sono ancora, anche se con un briciolo di speranza in più. Domenica il mio adorato Miki ha avuto un terribile incidente domestico e da quattro giorni siamo con lui in ospedale. Ieri sono arrivate le prime buone notizie ma la strada è ancora lunga. Ma è un bambino fantastico e ne uscirà, ne sono sicuro. Grazie a tutti”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli