11.5 C
Napoli
sabato, 4 Febbraio 2023

Incidente all’asilo, parla la proprietaria dell’auto: “Ho provato a fermarla”

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Per l’incidente all’asilo di Pile, a L’Aquila, una 38enne è indagata con l’accusa di omicidio stradale. Nel tragico impatto che ha coinvolto sei minori nel cortile della scuola dell’infanzia ha perso la vita il piccolo Tommaso D’Agostino, di soli 5 anni.

Incidente all’asilo, parla la proprietaria dell’auto: “Sono sconvolta e addolorata”

Me la sono vista passare davanti, ho provato a fermare la macchina con le mani ma non ci sono riuscita. E ha colpito i bambini rompendo la recinzione“, ha raccontato la 38enne, uscita dall’auto per prelevare i due figli gemelli dall’asilo.

La donna aveva parcheggiato l’auto nei pressi della scuola dell’infanzia lasciando in macchina il figlio di 12 anni. Una delle ipotesi, non ancora confermata, è che sia stato proprio il 12enne a togliere il freno a mano prima della tragedia.

Mio figlio durante la corsa ha cercato di uscire dalla macchina sbattendo la testa dentro l’abitacolo“, ha spiegato la proprietaria dell’auto che ha ribadito più volte di essere sicura di aver inserito il freno a mano. “Io e tutta la mia famiglia non riusciamo a darci pace, questa tragedia segnerà per la vita. Siamo sconvolti e addolorati“, conclude.

Intanto, la Procura procede con le indagini. La Squadra Mobile dell’Aquila sta effettuando rilievi nel cortile della scuola per accertarsi che il giardino e la recinzione rispettassero le norme di sicurezza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli