21.1 C
Napoli
martedì, 27 Settembre 2022

Incidente a Terracina, morto il piccolo Romeo: “Aveva sofferto per la morte del padre”

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

La notizia della tragica scomparsa del piccolo Romeo Golia, 11 anni, ucciso in un incidente a Terracina, è piombata sulla sua famiglia come un fulmine a ciel sereno. La zia, residente a Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Il Mattino. Ha raccontato che il piccolo aveva sofferto molto per la scomparsa del padre.

Ha dichiarato: “Sono distrutta. Non si spiega il dolore che sto provando”. Poi si rivolge direttamente al bambino: “Ti abbiamo cresciuto con amore dopo la perdita di tuo padre, abbiamo cercato tutti noi di colmare quel dolore, nel nostro piccolo facevamo di tutto per renderti felice”.

“La vita è crudele”, aggiunge la zia. “Come si fa a sopportare tutto questo?”.

Sui social Sara rivolge un appello a Romeo: “Ti prego, proteggi la tua mamma. Resterai per sempre il nostro angelo”.

Romeo Golia, morto in un incidente a 11 anni. Parla il maestro di Taekwondo: “Un bambino meraviglioso”

Il suo maestro di Taekwondo lo ricorda come un bambino solare, sempre sorridente: “Un bambino meraviglioso”, dice. “Si era instaurato un bellissimo legame. Porterò Romeo sempre nel mio cuore, il suo sguardo, il suo sorriso e soprattutto i nostri discorsi sul Taekwondo e la vela”.

Romeo amava lo sport e il mare, una passione ereditata dal padre morto qualche anno fa. La comunità parrocchiale ha mostrato vicinanza alla famiglia con un messaggio alla madre: “Per lei invochiamo un balsamo di consolazione e pace”, ha detto padre Rosario che aveva amministrato il sacramento della prima comunione al piccolo il 4 giugno.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli