In arrivo il “divorzio breve”

21_secolo_divorzio_breve_viviana_calabria
Divorzio

È ufficiale il via libera della Commissione giustizia della Camera in materia di “divorzio breve”: il 21 aprile la riforma verrà discussa in aula e il voto definitivo è previsto per il giorno successivo, 22 aprile. La nuova proposta di legge sul divorzio è sicuramente un passo avanti in materia, poiché i tempi di domanda e scioglimento sono fermi al 1970.

I tre nuovi articoli che dovranno essere sottoposti al voto del Senato propongono un “divorzio breve”, con tempi cioè di separazione ridotti. In particolare, passerò dagli attuali 3 anni a un solo anno il tempo per lo scioglimento della separazione giudiziale. Per le separazioni consensuali, o per quelle contenziose, ma che diventano consensuali, sono previsti sei mesi. Per quanto riguarda, invece, il divorzio “diretto”, quindi in assenza di figli minori, incapaci, portatori di handicap o minori di 26 anni ma non autosufficienti economicamente, questi sarà oggetto di un disegno di legge autonomo.

È stata presentata anche una riforma sulla separazione di beni: nel caso di separazione giudiziale la comunione è sciolta quando esiste già il via libera per vivere separati; nel caso di separazione consensuale, questa sarà sciolta all’atto del verbale di separazione. L’articolo 3 della proposta di legge precisa che le nuove disposizioni debbano essere applicate anche ai procedimenti in corso alla data della sua entrata in vigore, anche nel caso in cui la separazione risulti ancora pendente.

Una bella ventata di novità per gli italiani, ma c’è da considerare il fatto che il nostro paese è ancora molto indietro, anche in questo campo, rispetto ad altri Paesi europei in cui è previsto il divorzio immediato. Ne è un esempio la Francia: il divorzio consensuale è immediato, quello non consensuale è sciolto dopo due anni; in Spagna, invece, dopo almeno 3 mesi dal matrimonio si può far richiesta di separazione o divorzio immediati.

Print Friendly
Condividi
Articolo precedenteCentro Cardito, alla riscoperta di antiche tradizioni
Prossimo articoloPresentazione: progetto Terminio-Cervialto
Collaboratore XXI Secolo. Laureata in Editoria e pubblicistica, frequenta la magistrale in Editoria e scrittura all'Università Sapienza di Roma. Ha una passione smisurata per i libri. Lavora come editor freelance e sogna di aprire una casa editrice. Ha un blog di recensioni e anteprime. È socia fondatrice della libreria "iocisto" di Napoli e si occupa dei contatti con gli editori.