Il videogioco prodotto dal Mann arriva in napoletano È stato il primo videogioco narrativo in 2D prodotto da un museo archeologico

videogioco

Il videogioco Father&Son prodotto dal Mann, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, ora parla anche in lingua napoletana, la decima lingua disponibile.

Realizzato da “Tuo Museo” per il Mann nel 2017, è stato il primo videogioco narrativo in 2D a scorrimento laterale prodotto da un museo archeologico e lanciato in tutto il mondo.

In un unicum planetario, la versione in napoletano del game combinerà la celebrazione della dignità della lingua con gli intenti di divulgazione culturale, condivisione sociale e promozione tecnologica del patrimonio.

Il procedimento di traduzione del game in dialetto è stato portato avanti grazie al lavoro dell’avvocato Vincenzo De Falco. Per la selezione dei vocaboli è stata fatta una ricerca sul campo; una ricerca in cui il confronto con gli studenti partenopei si è intrecciato ai diversi linguaggi della comunicazione, partendo dalla canzone.

Così commenta Paolo Giulierini, direttore del Mann: “Confesso che vedere il giovane Michael passeggiare verso il Museo Archeologico tra la folla, i colori e i rumori del traffico, chiacchierando nella lingua di Eduardo, tra un caffè e il calcio di un pallone, mi ha commosso ed emozionato, si tratta di una versione alla quale tengo particolarmente anche perché è stata realizzata insieme ad un gruppo di studenti dei quartieri popolari della città e che ora approda, insieme alle altre nove traduzioni, sulle piattaforme mondiali.”

Dal 20 aprile, inoltre, saranno disponibili anche le versioni in tedesco e giapponese del gioco.

Particolare l’interesse in Cina, da cui proviene il 43% dei giocatori. L’Italia, nella classifica per paese, raggiunge poco più del 7%. La versione in napoletano è spiegata dalla volontà del Direttore del Mann di rafforzare il radicamento del museo con il proprio territorio di appartenenza.

Già scaricato gratuitamente oltre 4 milioni di volte in 97 paesi, avrà un sequel nell’autunno 2020. Dalla simbolica storia di un ragazzo che riscopre il padre scomparso grazie a un affascinante viaggio di riconoscimento nelle sale del Museo, si passerà a un percorso sulle infinite possibilità della vita. Nella nuova puntata i players potranno seguire le storie parallele nella vita di una donna napoletana, Gloria. La protagonista visiterà le collezioni del Mann, incontrando alcuni personaggi che hanno segnato la storia antica e quella più recente.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories