domenica 23 Giugno, 2024
21.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Il problema dei 3 corpi, Netflix rinnova la serie

Nonostante l’interessante scelta di marketing di noleggiare i tabelloni delle stazioni romane di Termini e Tiburtina, quella di Milano Centrale e di Cadorna per promuovere la serie tv, Il problema dei 3 corpi non ha ottenuto i risultati sperati. Gli ascolti sono stati molto al di sotto delle aspettative, ma Netflix ha deciso comunque di concedere alla serie fantascientifica un degno finale. Tuttavia la piattaforma non ha parlato di una seconda stagione, ma semplicemente di “episodi aggiuntivi” affinché tutto ciò che non è stato spiegato sia finalmente chiarito. Ciò è stato annunciato durante l’evento degli Upfront tenutosi a New York. Un compromesso a cui sono arrivati i produttori della serie, ma che almeno chiuderà il cerchio di quello che si è detto nella prima stagione. I costi di produzione sono stati elevati (oltre 20 milioni di dollari a episodio a quanto si dice) e i risultati degli ascolti per quanto buoni, non sono stati eccellenti; di conseguenza non hanno giustificato la grande somma di denaro investita. Secondo i dati Nielsen i minuti di visione nei primi 4 giorni dall’uscita sono stati circa 1,37 miliardi contro i 2,9 miliardi di Fallout nei primi 5 giorni dall’uscita su Prime Video: meno della metà della serie prodotta da Amazon.

Siamo entusiasti di poter raccontare questa storia fino alla sua epica conclusione“, hanno dichiarato gli showrunner David Benioff, Dan Weiss e Alexander Woo in un comunicato riguardo Il problema dei 3 corpi. “Fin da quando abbiamo letto l’ultima pagina della magnifica trilogia di Cixin Liu, abbiamo sperato di poter portare il pubblico con noi fino alla fine dell’universo. Eccoci qui!“. Non si sa ancora quanti saranno gli episodi; quel che si sa invece è che in passato si era parlato di ben quattro stagioni: sarà difficile condensare tutti gli eventi. Benioff e Weiss però rimangono in contatto con Netflix: attualmente stanno lavorando a una nuova serie che si intitola Death by Lighting. Anche Woo è legato ancora alla piattaforma per un accordo di cui non si sa molto.

Fonte dell’immagine: pagina Instagram ufficiale