Il primo urrà è di Lewis, bene la Ferrari

Lewis_Hamilton_21_Secolo_Alberto_Russo
Lewis Hamilton

La prima gara della stagione incorona il campione del mondo 2014 Lewis Hamilton, quasi tutto scritto, sicuramente prevedibile, il britannico ha trovato una strenua resistenza compensata dall’ormai infinita rivalità con il suo compagno di scuderia Nico Rosberg.

Il distacco tra le due Mercedes alla fine è quasi impercettibile, nemmeno due secondi pieni, ma questi numeri dimostrano già a marzo che tipo di campionato del mondo proporrà la Formula 1 nel 2015.

A Melbourne Hamilton ha condotto la gara dall’inizio alla fine senza sbavature e con picchi di velocità già testati in inverno, nella prima e si spera ultima gara senza Alonso non sono mancati i colpi di scena, come quando c’è stato il contatto tra Raikkonen e Vettel quasi simbolico, un’investitura meccanica che per poco non ha lasciato la Rossa senza piloti, una piccolissima sbavatura dell’ex Red Bull (a proposito male male la prima uscita stagionale per loro), è costata l’uscita parziale dalla pista per il finlandese, che poi di suo ci ha messo anche un altro contatto con l’esordiente Felipe Nasr della Sauber, vera e propria sorpresa con il quinto posto finale.

Alla fine è podio per Vettel, solo sesto Ricciardo, la sensazione è che sarà ancora corsa a due, per l’ultimo gradino del podio ci vorrà un campionato a parte.

Print Friendly, PDF & Email

Collaboratore XXI Secolo. Laurea in Scienze Politiche e un sogno nel cassetto. Calciofilo romantico, ritiene che il giornalismo debba consistere nella capacità di andarsi a prendere le notizie direttamente nelle loro “case”, raccontando la realtà senza filtri né paure. Tra le sue passioni la giustizia, il cinema e la poesia, legge fin troppo perché crede sia il miglior modo per capire il mondo.

more recommended stories

Pin It on Pinterest