1

Il Napoli soffre ma vince a Bergamo

Mertens
Nel turno di oggi alle 12:30 il Napoli espugna il campo di Bergamo con una splendida rete di Mertens ben servito da Callejon con questo Gol il napoletano sale a quota 11 reti nella classifica dei marcatori, ponendosi alle spalle del Quartetto composto da Immobile a 20 reti, Icardi a 18, Dybala a 14 e Quagliarella a 12 reti.
La partita nervosissima fin dal primo minuto, ha visto schierare in campo Zielinski al posto del febbricitante Hamsik, viceversa la formazione atalantina schierava l’undici titolare con Cornelius, punta avanzata.
A inizio gara,  il Napoli è l’Atalanta si studiano a vicenda con un gioco fatto di marcatura ad uomo, che sembra bloccare la Verve, di entrambe le squadre. Poco da segnalare nell’ambito del primo tempo, in quanto la partita tra tatticismi esasperati e numerosi errori,  scorre senza azioni degne di particolare nota.
Da segnalare uno Zielinski assai poco ispirato e onestamente sembrato fuori gara,  un insolito koulibaly, disattento come non lo si vedeva da tempo. Anche lo stesso Mertens sembrava molto meno preciso negli appoggi, in sintesi una squadra che è sembrata sottotono.
L’Atalanta Dal canto suo con un Cristante in grande spolvero, tentava di colpire la squadra Azzurra, giocando con prevalenza sulle fasce dove Caldara e Spinazzola tentavano di lanciare palloni per l’incornata di Cornelius. Sottotono invece il Papu Gomez che è sembrato meno attivo rispetto al solito.
Nel secondo tempo si incomincia a vedere qualche azione più dettagliata, pregevole infatti, l’assist di Insigne per  Callejon che vede salvato il gol da un intervento sulla porta di Masiello.
È  il preludio ad un gioco che vede il Napoli cercare con maggiore attenzione e continuità la porta avversaria. Nasce così l’azione che porta alla rete Mertens quando al 65minuto ben servito, si invola sulla destra e con un tiro a mezz’aria, buca la porta atalantina dove un incolpevole Berisha nulla può: 1 a 0 per il Napoli.
Comincia a questo punto la girandola delle sostituzioni e il mister Sarri sostituisce da prima Insigne con il capitano Hamsik al 74esimo mentre tocca a Rog al 86′ entrare invece al posto di uno spento Zeliski.
Proprio il Croato  fallisce il gol del 2 a 0 allo scadere ed esattamente al 89′ Quando dopo avere rubato Una bella palla si trova davanti al portiere da solo e spara però malamente contro lo stesso.
L’arbitro a questo punto decreta 4 minuti di recupero e nel tempo supplementare è invece Marek Hamsik che segna il gol del 2 a 0 annullato però dall’intervento del var, che segnala il fuorigioco del Capitano azzurro.
È comunque tutto in quanto la partita non null’altro ha da dire.