25 C
Napoli
giovedì, 6 Ottobre 2022

Il I°segnale orario fu trasmesso a Greenwich il 5febbraio1924

Da non perdere

Nel Seicento, la navigazione marittima era in crescente e veloce sviluppo e proprio Greenwich divenne punto di riferimento per l’identificazione del punto in cui ci si trovava, ma anche per la regolazione degli strumenti di bordo, con lo scopo di pianificare con precisione le rotte da seguire. Si fondò dunque, grazie a Carlo II un osservatorio per poter osservare,  capire e determinare la longitudine del mare.

Questa situazione permise non solo di orientarsi in modo ottimale dal punto di vista marittimo ma introdusse una grande possibilità,  la trasmissione del segnale orario del GMT da parte della BBC e fu infatti Greenwich il posto scelto per l’introduzione del primo segnale dell’ora esatta.

Inoltre Greenwich (Inghilterra) è molto celebre e famoso non solo per la sua storia marittima, che come già detto divenne punto cardine e di riferimento per imbarcazioni ecc.. ma nel suo museo nazionale marittimo nel Royal Observatory risiede proprio il meridiano di Greenwich ed ancora , ospita la nave restaurata Cutty Sark del XIX secolo, nel suo enorme museo.

Infine è il punto di riferimento temporale per la determinazione dei fusi orari. Osservando tutti i loro cambiamenti e direzioni.

Ancora oggi, nella parte originale dell’Osservatorio di cui abbiamo parlato, si trova la famosa ” Time Ball”, ossia una grande sfera rossa posta sul tetto dell’edificio che praticamente giornalmente alle ore 13 cade lungo la sua asta, confermando e ricordando a tutti  la sua epocale  fun.ovvero quella di indicare ai marinai l’ora esatta per regolare traiettorie e tutti gli orologi di bordo.

Il 5 febbraio 1924 fu comunque,  una data importantissima, di grande rilievo e informazione.

Greenwich racchiude in sé storia, informazione e curiosità, attraversando argomenti geografici, storici e culturali.

Fu per questo uno sviluppo economico,  funzionale,  turistico e storico molto interessante,  e ne vediamo ancora oggi i vantaggi e le conseguenze positive avute nel tempo.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli