Il caftano: il passepartout delle tue vacanze Al mare o in città non si può fare a meno del caftano. L'abito, di origine orientale, si conferma per l'estate 2020 un capo di grande tendenza. Comodo e versatile, può essere l'ideale per un aperitivo in spiaggia o per una cena elegante

Agosto è il mese delle vacanze. Il capo perfetto di questa estate 2020  per chi va al mare, al lago, in montagna o perchè no, anche per chi resta in città, è il caftano.

Il caftano, o anche kaftan, è un indumento di origine mesopotamica. Il capo è raffigurato nell’arte persiana, risalente al 600 a.C., fino alla sua più lussuosa espressione nell’arte ottomana, come veste dei sultani e simbolo di regalità. Il capo però inizia ad oltrepassare l’oriente e a diventare una tendenza tutta occidentale.

Infatti nei primi anni ’50 alcuni stilisti come Yves Saint Laurent, Dior, Valentino, iniziano a disegnare modelli basandosi proprio sull’abito mesopotamico. Basti pensare a quante dive degli anni ’60 abbiano sfoggiato il famoso capo sulle spiagge della Costa Azzurra o perchè no, anche alle serate di gala. Stiamo parlando di dive come Brigitte Bardot, Mia Farrow, Jackie Kennedy e Grace di Monaco. La stessa Diana Vreeland, grande esperta di moda nonchè direttrice di Vogue America, negli anni ’60 parlò del caftano come “capo alla moda per bella gente”. Il capo spopolò negli anni ’70  grazie alla cultura boho/hippies, fino ad arrivare fino ai giorni nostri.

Che sia lungo o corto, è un capo estremamente versatile. Lo possiamo indossare per andare in spiaggia o in barca con un paio di infradito o sandali flat, magari abbinato con una bella maxibag in paglia o una shopping in tessuto. Il pomeriggio per una passeggiata con le amiche o per un aperitivo in spiaggia è perfetto. Può diventare anche un capo da sera se lo abbiniamo con una clutch o una pochette. Ancora meglio se aggiungiamo qualche bijioux eccentrico.

La regina dei caftani non solo in Italia ma in tutto il mondo è la stilista Marta Marzotto. Guardando i suoi look possiamo capire quanto possa essere elegante un caftano se è abbinato correttamente e del tessuto adatto. Nelle sue collezioni il caftano è l’icona per eccellenza. Ai suoi caftani è stata addirittura dedicata una mostra dal titolo “La musa inquieta. Vita, arte e miracoli di Marta Marzotto.”

Insomma che si trascorra il mese di agosto al mare o in città, poco importa. L’importante è trascorrerlo con stile.

Print Friendly, PDF & Email

Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.

more recommended stories