3.9 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

Il 15 Dicembre del 37 d.C. nacque Nerone: un imperatore controverso

L'imperatore Nerone è circondato da ogni sorta di miti e leggende: biografia e bizzarri racconti della storia di un uomo condannato alla damnatio memoriae

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Il 15 dicembre del 37 d.C. nacque Claudio Cesare Augusto Germanico, il futuro imperatore Nerone. Nerone fu l’ultimo imperatore della dinastia giulio-claudia, salì al potere soli 17 anni e governò l’impero per 14 anni. Fu un personaggio controverso, ricco di contraddizioni, su cui si raccontano tutt’oggi ogni genere di leggende.

Il 15 dicembre nacque Nerone, imperatore controverso: l’incendio di Roma

Non tutte, di certo, sono vere: Nerone, prima della sua morte — morì suicida nel 68 d.C. — fu, infatti, condannato alla damnatio memoriae. La leggenda riguardo l’incendio di Roma, che accompagna tutt’oggi la figura di questo controverso personaggio storico, è da attribuire a Tacito, Svetonio e agli storici cristiani. Queste fonti, tutte ostili all’imperatore, hanno dipinto l’immagine di un uomo sanguinario, lussurioso e impudente.

Al di là delle narrazioni più o meno affidabili, la ricostruzione storica dell’incendio di Roma è ancora dibattuta. Gli storici contemporanei concordano nell’affermare che appartenga alla leggenda il racconto di Nerone che, osservando la città bruciare, decise di suonare la lira e cantare.

Una vita sentimentale burrascosa

Il primo scandalo del suo regno riguardò le relazioni del giovane imperatore. Dopo il primo matrimonio incestuoso con la cugina Claudia Ottavia, Nerone s’innamorò dell’affascinante Poppea, che sposò dopo aver esiliato e, poi, ucciso la prima moglie. Della terza moglie di Nerone, invece, si sa davvero poco. Pare che Messalina fosse una donna d’ingegno e molto attraente, convolata a nozze per la quinta volta in trent’anni.

Le fonti raccontano anche di matrimoni successivi con due uomini. Anche in questo caso non è facile districare la storia dalla leggenda e capire che cosa sia realmente accaduto e cosa, invece, sia da attribuire alla revisione storica che accompagna questo personaggio.

Nerone amava gli sport e l’arte. Pare che nel 67 d.C. l’imperatore prese parte ai giochi olimpici, trionfando in alcune specialità. Anche in questo caso, le leggende che accompagnano la storia Nerone sono numerose. Si racconta, ad esempio, che durante una delle corse di cavalli nelle quali trionfò, gli avversari avessero deciso di fermarsi, dopo la sua caduta dal cocchio, per timore delle conseguenze mortali della sconfitta dell’imperatore.

Bizzarre leggende romane

Una delle leggende più bizzarre riguardo la figura di Nerone riguarda il suo desiderio di paternità. Un’antica leggenda romana racconta, infatti, che l’imperatore volesse a tutti costi provare l’esperienza di portare in grembo un bambino. Così, i medici, per evitare la condanna a morte, gli prepararono una miscela di sostanze soporifere ed un girino.

Secondo il racconto, Nerone diede alla luce una rana che poi fu posta su un carro d’oro dall’imperatore pazzo di gioia. Quando, però, la parata raggiunse il Tevere la rana fuggì tra le acque.

Al giorno d’oggi è piuttosto difficile separare la figura storica di Nerone da tutte le leggende che lo riguardano. È certo che, nel corso del suo governo, Nerone attirò le ire di nemici potenti ed influenti che, dopo la sua morte, decisero ciò che di lui sarebbe rimasto nel corso dei secoli.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli