1

Idrodiversità: le onde del mare come risorsa socio ambientale

Il concetto di idrodiversità è un modo nuovo di concepire il mare e i corsi d’acqua.

In occasione dell’appena trascorsa giornata mondiale per gli oceani analizziamo perché le onde e il mare sono qualcosa in più di un contenitore di organismi animali e vegetali, ma una vera e propria risorsa socio-ambientale.

Manifesto per la protezione delle onde: il concetto di idrodiversità

Gli oceani sono componenti fondamentali nella regolazione energetica e nel clima del
nostro pianeta. Le masse d’acqua nella loro enorme diversità, dalle grandi estensioni marine e oceaniche ai piccoli laghi continentali, dai lunghi fiumi ai corti torrenti di montagna, dalle grandi calotte polari ai piccoli ghiacciai di montagna, sono elementi e ambienti che devono essere considerati e trattati come parti della diversità e del patrimonio naturale del pianeta.

Da qui nasce il concetto di idrodiversità, dalla necessità di salvaguardare queste bellezze naturali.

Anche perché l’avida mano dell’uomo sta mangiando chilometri di costa e di fondali marini causando la scomparsa delle grandi onde.

Nasce in Francia la prima riserva naturale di onde

Da un’ estensione del concetto di idrodiversità in Francia nasce la prima riserva naturale di onde.

Alcune onde sono emblematiche e talvolta minacciate dai lavori e dallo sviluppo della costa. L’associazione Hydrodiversity e il comune di Saint-Pierre-Quiberon hanno creato, pertanto, la prima riserva di onde. L’iniziatore, Erwan Simon, spiega che vuole estendere questo sistema ad altre coste per proteggere questo patrimonio marittimo non classificabile.

Le onde serfabili per l’associazione francese sono una risorsa inestimabile non solo per gli anti del surf, ma per tutti coloro che intendono soffermarsi su un paesaggio mozzafiato.

L’intento è quello di poter aver voce in capitolo nelle decisioni riguardanti l’evoluzione della costa.

Questo per evitare, come accaduto in altri paesi nel mondo, che il dragaggio sconsiderato dei fondali marini possano portare alla scomparsa delle grandi onde.