4shared
22.1 C
Napoli
domenica, 20 Giugno 2021

I ministri degli Esteri UE e le sanzioni alla Bielorussia

L'Unione Europea ha deciso di prendere provvedimenti per gli scorsi avvenimenti.

Da non perdere

L’Unione europea ha considerato di colpire le grandi esportazioni al regime della Bielorussia ed i suoi settori petroliferi e finanziari con nuove sanzioni, come punizione per aver costretto un volo Ryanair ad arrestare un giornalista, hanno affermato i ministri degli Esteri dell’UE.

I leader europei hanno descritto l’incidente di domenica, in cui un volo tra i membri dell’UE Grecia e Lituania è stato pressato per atterrare a Minsk e un dissidente esiliato di 26 anni ed uno studente di 23 anni sono stati arrestati, come pirateria di Stato. Hanno promesso di imporre gravi conseguenze.

Ecco quanto affermato dai ministri degli Esteri UE

I ministri degli Esteri riuniti nella capitale portoghese giovedì hanno dichiarato che stanno cercando di prendere di mira settori che svolgono un ruolo centrale nell’economia bielorussa, per infliggere una punizione reale al Presidente Alexander Lukashenko.

“Il dirottamento dell’aereo e la detenzione dei due passeggeri sono del tutto inaccettabili e inizieremo a discutere dell’attuazione delle sanzioni settoriali ed economiche“, ha detto il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell ai giornalisti a Lisbona.

Il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha affermato che l’UE dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di colpire il settore petrolifero, mentre il tedesco Heiko Maas ha parlato di misure per indirizzare le transazioni finanziarie, che secondo i diplomatici probabilmente potrebbero impedire all’UE di concedere prestiti alle banche bielorusse.

Maas ha detto che anche le vendite di obbligazioni bielorusse potrebbero essere prese di mira.

Stiamo parlando di utilizzare mezzi di finanziamento… in particolare la questione in che misura la Bielorussia dovrebbe essere autorizzata in futuro a emettere obbligazioni, dallo Stato o dalla banca centrale, in Europa“, ha detto ai giornalisti.

Le esportazioni di cloruro di potassio – un sale ricco di potassio utilizzato nei fertilizzanti – sono una delle principali fonti di valuta estera per la Bielorussia, e l’azienda statale Belaruskali afferma di produrre il 20% dell’approvvigionamento mondiale.

L’agenzia di statistica dell’UE ha affermato che l’anno scorso il blocco ha importato prodotti chimici per un valore di 1,2 miliardi di euro (1,5 miliardi di dollari), tra cui il potash dalla Bielorussia, oltre a oltre 1 miliardo di euro di petrolio greggio e prodotti correlati come carburante e lubrificanti.

In queste settimane l’Europa si è già mossa per impedire alle sue compagnie aeree di utilizzare lo spazio aereo bielorusso e per tenere gli aerei bielorussi fuori dai suoi cieli. Ma trovare un pacchetto di sanzioni che cambierebbe il comportamento di Lukashenko si è rivelato difficile.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli