Pregi ed opportunità dell’house sharing Quando condividere casa è semplice ed efficace

House sharing
House sharing

L’house sharing, ovvero la condivisione di un appartamento, non ha più età.

Dividere casa con un coinquilino risulta, talvolta, obbligatorio, al fine di riuscire a far quadrare i conti.

Spesso, però, la scelta ricade su persone che hanno la stessa età, in genere studenti universitari insieme ad altri colleghi.

Si è mai pensato, invece, di prendere in affitto una stanza presso la casa di un anziano?

Di seguito, i notevoli vantaggi di una decisione simile.

Turnover basso

Non sempre i coinquilini rimangono gli stessi nel corso del tempo: c’è chi cambia facoltà, chi si trasferisce, chi torna a casa. Con un anziano, invece, si può essere certi che, a sera, vi sarà sempre la stessa persona ad aspettare.

Ottimi pranzi

Condividere casa con un anziano potrebbe rivelarsi una scelta preziosa anche per eventuali pranzetti succulenti, preparati con amore da chi, spesso, si ritrova a mangiare da solo.

Imparare i trucchi del mestiere

Del resto si sa, l’esperienza arriva con gli anni. Vivere con un anziano potrebbe fornire l’opportunità di carpire segreti riguardanti attività pratiche, nonché cogliere consigli utili.

Lasciarsi affascinare dal passato

Nell’immaginario comune giovani nipoti fanno visita ai nonni, per ascoltare, ancora una volta, “quella volta che…”. Beh,  con un anziano ogni racconto potrebbe risultare nuovo e affascinante. Spesso, le storie di persone vissute in altri momenti storici appaiono ricche di dettagli interessanti e sconosciuti, capaci di incantare chi li ascolta, insegnando anche a rispettare le tradizioni e a capirne il valore.

Condividere casa con un anziano, insomma, potrebbe rivelarsi una decisione, forse inusuale, ma che, di certo, arricchirà di quel calore umano che solamente chi è solo e bisognoso di affetto sa dare.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories