17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Henné rosso caldo o freddo? Come ottenerlo?

Da non perdere

Martina Boselli
Collaboratore XXI Secolo. Napoletana di nascita, laureata in Lettere Moderne è attualmente iscritta al corso di laurea in Filologia Moderna presso l’Ateneo Federico II. Ama la musica, la lettura e la grafica. Appassionata di scrittura vorrebbe poter un giorno pubblicare un suo libro e intraprendere una brillante carriera giornalistica.

La volta scorsa abbiamo elencato i benefici derivanti dell’ henné (indigo o nero).

In questo nuovo pezzo, tratteremo del Lawsonia inermis o più spesso identificato col nome di henné rosso. Henné rosso a differenza dell’henné indigo o nero, segue una procedura di preparazione molto differente, infatti, va ossidato per alcune ore e non far trascorrere molto tempo prima di poterlo stendere sui capelli che devono essere puliti altrimenti la pastura non attecchisce. Inoltre, a seconda della tonalità di riflessi, la prima volta che lo si usa per il colore che volete dare alla vostra capigliatura, vanno utilizzati ingredienti diversi.

 Lawsonia inermis_21 secolo_Martina Boselli
Lawsonia inermis

Preparazione per ottenere un henné rosso caldo:

Se desiderate ottenere un rosso caldo, ovvero un colore tendente al ramato vi occorrerà:

  • 100 gr. di Lawsonia inermis puro – a seconda della lunghezza dei vostri capelli –
  • Birra o camomilla
  • Aceto di mele o limone
  • Yogurt bianco

 In una terrina mescolate l’henné con 600 ml di limone e acqua tiepida fino ad ottenere un impasto abbastanza corposo. Se l’impasto tenderà a pizzicare o procurare prurito, la prossima volta è consigliabile aggiungere aceto di mele invece del limone.

Lo yogurt invece è da scegliere se si hanno capelli secchi o sfibrati ma senza forfora.

Aggiungete 3 cucchiai di olio d’oliva, aiuterà a stendere con più facilità il composto sui capelli e a rimuoverlo durante lo shampoo.

Lasciate riposare l’impasto in un posto asciutto per almeno 2 ore, dopodiché aggiungeteci mezzo bicchiere di birra o camomilla e procedete alla stesura.

 I tempi di posa:

I tempi di posa vanno dalle 2 alle 6 ore anche in questo caso. Bisogna puntare sull’ intensità del colore che volete raggiungere. Ricordate che lasciarlo in posa almeno 2 ore vi darà dei riflessi che alla luce del sole saranno ancor più evidenti.

Preparazione per ottenere un henné rosso freddo:

Se desiderate ottenere un rosso freddo, ovvero tendente al ciliegia, mogano, rispetto la procedura dell’ henné rosso caldo, bisognerà lasciar riposa e congelare l’impasto per molte più ore, alcuni ingredienti saranno diversi per il maggior rilascio di intensità del colore:

  • 100 gr. di Lawsonia inermis puro
  • Limone o aceto di mele/vino
  • Thé nero o infuso di amlà o roiboos

 In una terrina mettete 100 gr. di henné, aggiungeteci 600 ml di aceto di mele o limone e dell’acqua tiepida: mescolate bene.

Fatelo ossidare – riposare – dalle 8 alle 12 ore in un luogo asciutto, dopodiché congelato per almeno 5/6 ore. Dopo averlo scongelato aggiungeteci thé nero, o infuso di amlà o roiboos –quest’ultimo molto consigliato perché stimola la crescita e rinforza i capelli –, passate ad applicarlo.

 I tempi di posa:

I tempi di posa vanno sempre dalle 2 alle 6 ore, a seconda della tonalità dei vostri capelli di partenza, se dunque scuri lo tenete di più. È consigliabile applicare l’henné su capelli puliti così che attecchisca meglio.

 Per facilitarvi nel portar via l’impasto dai capelli durante lo shampoo, potreste riempire la vasca o una bacinella d’acqua tiepida, immergervi dentro i capelli e lasciare che si aprano pian piano in modo che il ‘grosso’ si scolli più facilmente, poi, passate al risciacquo vero e proprio.

L’ henné rosso è una colorazione naturale dei capelli, che dona vitalità e nutrizione, per una maggiore intensità di colore potrete utilizzarlo più volte senza rischiare che si possano bruciare.

image_pdfimage_print
Articolo precedenteLe pulci
Prossimo articoloLa misteriosa scomparsa di W

Ultimi articoli