4shared
24.1 C
Napoli
giovedì, 23 Settembre 2021

GP USA: le Ferrari a caccia delle Williams

Da non perdere

Nel week-end, dopo tre settimane di stop, si torna a correre in Formula 1. In programma dal 31/10 al 2/11 c’è il Gran Premio USA, terzultima tappa della stagione. Le Mercedes ci arrivano con il titolo costruttori, il loro primo, già in tasca, conquistato il 12 ottobre scorso con una splendida doppietta a Sochi nel Gran Premio di Russia. Le Ferrari invece in terra russa di punti ne hanno conquistati 10 punti, che le hanno permesso di salire a 188 punti in classifica costruttori, a -28pt dalla scuderia Williams Mercedes che attualmente occupa la terza posizione nel campionato.

Fernando Alonso
Fernando Alonso

E proprio quella terza piazza sarà l’obiettivo della scuderia di Maranello in queste ultime tre tappe: finire la stagione sul gradino più basso del podio sarebbe un ottimo risultato per il Cavallino Rampante. Per farlo le Rosse ovviamente dovranno andare più veloce delle Williams già dal prossimo Gran Premio di Austin negli Stati Uniti d’America e tutto il team in queste tre settimana di stop hanno proprio lavorato per questo, come ha confermato sul sito ufficiale della Ferrari il direttore dell’ingegneria Pat Fry: “Dopo le due gare di fila in Giappone e a Sochi abbiamo avuto tre settimane per preparare altri due appuntamenti consecutivi, negli Stati Uniti e in Brasile. Abbiamo sfruttato la settimana di lavoro in più per prepararci al meglio all’evento di Austin e sviluppare alcuni elementi da testare, ancora una volta allo scopo di ottimizzare le prestazioni e il lavoro di sviluppo della vettura, soprattutto in prospettiva 2015“.

Pat Fry ha poi analizzato la pista del prossimo GP di Austin, uno dei circuiti più amati dal pubblico grazie all’unicità del suo tracciato, grazie ad una spettacolare salita che porta alla prima curva cieca dopo i box. Inoltre è tra le poche piste che si percorre in senso antiorario e, parlando di assetto, bisognerà trovare un giusto compromesso tra la parte veloce e quella lenta del tracciato. “Ci sono molte curve da percorrere ad alta velocità nel primo settore, un lungo rettilineo a metà giro e una serie di curve più lente nell’ultimo tratto” – spiega il direttore dell’ingegneria Fry – “L’elemento che ha caratterizzato le ultime due gare qui sono state le gomme e anche quest’anno le prestazioni delle vetture ad Austin saranno molto condizionate da quanto ogni squadra riuscirà a far lavorare gli pneumatici“.

Ad Austin, infine, con il titolo costruttori già assegnato, si gareggerà ancora per assegnare il titolo piloti, dove ancora in lotta troviamo il pilota australiano Daniel Ricciardo (199pt), il tedesco Nico Roseberg (274pt) e il britannico Lewis Hamilton (291pt), quest’ultimo il favorito numero 1 dai bookmakers a vincere il campionato. I piloti della Ferrari occupano invece il sesto posto con Fernando Alonso (141pt) e la 12a piazza con il finlandese Kimi Räikkönen (47pt).

Classifica Costruttori
1 Mercedes 565
2 Red Bull Renault 342
3 Williams Mercedes 216
4 Ferrari 188
5 McLaren Mercedes 143
6 Force India Mercedes 123
7 Toro Rosso Renault 29
8 Lotus Renault 8
9 Marussia Ferrari 2

Classifica Piloti
1 Lewis Hamilton 291
2 Nico Rosberg 274
3 Daniel Ricciardo 199
4 Valtteri Bottas 145
5 Sebastian Vettel 143
6 Fernando Alonso 141
7 Jenson Button 94
8 Nico Hulkenberg 76
9 Felipe Massa 71
10 Kevin Magnussen 49
11 Sergio Perez 47
12 Kimi Räikkönen 47
13 Jean-Eric Vergne 21
14 Romain Grosjean 8
15 Daniil Kvyat 8
16 Jules Bianchi 2

image_pdfimage_print

Ultimi articoli