4shared
9.7 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Il governo lancia il Servizio Civile Universale

Da non perdere

Giovanna Castrovinci
24 anni , nata a Napoli, studia Lingue e Culture comparate presso L'università l'Orientale, è da sempre affascinata dalle culture, dai linguaggi, dalle tradizioni straniere. Interessata all'arte in tutte le sue forme, dalla poesia alla fotografia. Amante della musica, in particolar modo dei Queen e dei Rolling Stones.

Il premier Matteo Renzi lancia via Twitter il piano per la riforma del Terzo settore, da oggi 13 Maggio sarà possibile esprimere la propria opinione attraverso l’email: terzosettorelavoltabuona@lavoro.gov.it, la casella di posta elettronica è aperta a cittadini, imprese, stakeholder e utenti finali degli enti no-profit. La consultazione terminerà il 13 Giugno e in seguito sarà predisposto il disegno di legge delega che verrà presentato dal Governo al Consiglio dei magistrati il 27 dello stesso mese.

L’importanza del Terzo settore viene sottolineata dallo stesso Renzi: “Esiste un’Italia generosa – si legge nel documento del governo – e laboriosa che tutti i giorni opera silenziosamente per migliorare la qualità della vita delle persone. E’ l’Italia del volontariato, della cooperazione sociale, dell’associazionismo no-­profit, delle fondazioni e delle imprese sociali. Lo chiamano Terzo settore, ma in realtà è il primo”.

Gli obiettivi dichiarati dal premier sono 3: costruire un nuovo welfare partecipativo; valorizzare il potenziale di crescita e occupazione dell’economia sociale; premiare con incentivi e strumenti di sostegno i comportamenti donativi o comunque prosociali di cittadini e imprese.

Tante le proposte, tra cui quella che riguarda la nascita del Servizio Civile Nazionale e Universale. Nel documento che presenta le linee guida per la riforma, tale servizio viene definito come “opportunità di servizio alla comunità e primo approccio all’inserimento professionale, aperto ai giovani dai 18 ai 29 anni che desiderino confrontarsi con l’impegno civile, per la formazione di una coscienza pubblica e civica”. Durante il primo triennio dall’istituzione del servizio, ci saranno 100.000 posti disponibili. Il servizio avrà la durata di 8 mesi, prorogabili di 4, per far sì che  gli stessi giovani non restino bloccati per troppo tempo. Altro punto fondamentale è che il Servizio Civile Universale sarà aperto anche ai cittadini di origine straniera.

Ai partecipanti saranno riconosciuti crediti universitari e competenze ottenute durante l’espletamento del servizio. Inoltre sarà possibile effettuare parte del lavoro in uno dei paesi dell’Unione Europea avente Servizio Civile volontario in regime di reciprocità. Uno dei punti di maggiore interesse è il voler facilitare l’entrata nel mercato del lavoro dei volontari attraverso accordi tra Regioni, Province autonome e Associazioni di categorie degli imprenditori.

image_pdfimage_print
Articolo precedenteRidere rafforza la memoria
Prossimo articoloNapoli: 19 arresti per usura

Ultimi articoli