4shared
10.3 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

Google: Il nuovo Doodle per i 245 anni di Beethoven

Da non perdere

Google da anni si impegna per ricordare eventi e personaggi che hanno caratterizzato la storia dell’uomo, creando appositamente per la propria home page di ricerca un Doodle, un’animazione interattiva che permette di far conoscere tale evento o personaggio di quel giorno in particolare. Oggi però, probabilmente si sono superati. Infatti, per il 245° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven, Google ha creato un Doodle musicale, dove l’utente può ricreare le sinfonie più belle del compositore tedesco, riordinando i vari pezzi di ogni composizione, fino a ricreare i motivetti tanto amati da quasi tre secoli. Molto originale anche lo stile con cui è stata presentata quella che è anche un po’ la vita di Beethoven, uno stile cartoon che ricorda molto da vicino il Material Design della casa di Mountain View.

I pezzi che è possibile riordinare ed in seguito riascoltare sono: La Quinta Sinfonia’ (dove c’è una simpatica scena col cavallo che mangia i suoi lavori), ‘Per Elisa’, la magistrale ‘Sonata al Chiaro di Luna’, e per finire l’altrettanto bellissima ‘Nona Sinfonia’ da cui è tratto l‘Inno Alla Gioia’. Insomma, un Doodle che non solo vuole far conoscere la vita del leggendario compositore tedesco, che sconfisse l’handicap della sordità continuando a scrivere pezzi straordinari, ma anche educare le persone ad una musica che dovrebbe essere ascoltata più spesso, proprio per le sensazioni che genera, quindi adatta ad un pubblico di ogni età.

Ecco alcuni cenni storici su Ludwig van Beethoven. Nasce a Bonn il 17 Dicembre del 1770, fu uno dei rivoluzionatori della musica contemporanea, e fu importante anche per il passaggio dallo stile Classicista a quello Romantico, facendo da connessione all’ambito filosofico-letterario. Essendo contemporaneo di filosofi del calibro di Kant e di scrittori come Goethe, quindi la sua musica rifletteva pienamente quelli che erano i valori universali del suo tempo. Compose sinfonie di qualità finissima come le già citate ‘Per Elisa’ e ‘Sonata Al Chiaro Di Luna’, andando oltre una sordità che l’ha colpito gradualmente. Morì a Vienna nel marzo del 1827.

Beethoven_Cartoon_21Secolo

image_pdfimage_print

Ultimi articoli