Golden Globe 2019, i trionfatori della kermesse

I vincitori dei Golden Globe 2019, il racconto della celebre notte hollywoodiana

25 categorie, 14 per il cinema e 11 per la televisione: si è appena conclusa la notte dei Golden Globe 2019, i riconoscimenti assegnati da giornalisti internazionali membri della Hollywood Foreign Press Association. Circa 90 di questi esperti votano per eleggere i vincitori del premio più importante del cinema americano, secondo solo agli Oscar. Diversamente da questi ultimi, però, i Golden Globe premiano sia cinema che tv e non sono previsti premi tecnici.

Come miglior film drammatico troviamo Bohemian Rhapsody, che racconta la vita di Freddie Mercury. Premiato anche Rami Malek, per l’interpretazione del leader dei Queen, come migliore attore protagonista, mentre il miglior non protagonista è Mahershala Ali per Green Book.

Quest’ultima pellicola vince come miglior comedy o musical, le migliori serie tv comedy e drama sono, invece, Il metodo Kominsky e a The Americans. Roma vince nella categoria film straniero e trionfa anche il suo regista Alfonso Cuaron.

Con The Wife Glenn Close è miglior attrice drammatica lasciando a bocca asciutta A star is born, che riesce ad ottenere solo il premio alla migliore canzone, Shallow di Lady Gaga.

In ambito televisivo, trionfatore assoluto della serata è Michael Douglas, che vince per la migliore serie brillante, The Kominsky Method. The Americans, serie sullo spionaggio sovietico negli States all’epoca della Guerra Fredda, ha vinto il Globo per la migliore serie drammatica.

Nel corso della manifestazione, grande calore del pubblico per Jeff Bridges, che porta a casa il premio alla carriera.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO