4shared
9.6 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Gli artigiani del web

Da non perdere

L’e-commerce, forma di commercio e vendita di beni e servizi che si effettua attraverso internet, è in continua crescita su scala mondiale, e sembra non risentire della crisi, anzi si colloca ai primi posti nel mondo per fatturato. E’ l’analisi dell’ultimo Europe B2C E-commerce Report, che mostra un giro d’affari di 305 miliardi, in aumento del 22% rispetto al 2012/2013.

Con la diffusione delle reti telematiche e soprattutto di internet, è possibile vendere e acquistare un bene o un servizio servendosi di un computer. La forma più utilizzata di commercio elettronico si avvale di un sito che mette a disposizione un catalogo di prodotti e consente l’acquisto online. Si parla di veri e propri artigiani del web, che sfruttando la loro passione realizzano creazioni e le vendono su internet, dando vita così a un nuovo modo di lavorare.

Aprire un negozio virtuale non è di sicuro semplice, ma tutti possono farlo creandosi una piccola fonte di guadagno. Una volta deciso di aprire un commercio elettronico, la prima cosa da fare è individuare un mercato di riferimento ed è necessario che questa attività sia sostenuta da professionalità e impegno affinché diventi un business.

La nuova frontiera dell’e-commerce è handmade, ovvero pezzi unici e creativi realizzati a mano, ma senza dubbio l’Italia è il paese del mangiare bene, prodotti molto apprezzati all’estero: nell’ultimo anno le aziende vinicole, grazie alla vendita in rete, sono passate dal 20% al 40% di fatturato verso l’estero. Un boom che non stupisce se si considera che in due anni il numero degli acquirenti su internet è quasi raddoppiato, da 9 a 16 milioni di persone, oltre la metà dei 30 milioni di italiani che navigano su internet. Inoltre aprire e gestire un negozio online permette di estendere il mercato a chiunque, con costi inferiori del 10.000% rispetto a un negozio tradizionale.

Un modo nuovo e creativo per resistere alla crisi e inventarsi un occupazione online, sperando che il successo dell’e-commerce non sia destinato a mettere nell’angolo il concetto di punto vendita tradizionale.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli