lunedì 27 Maggio, 2024
23.6 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Giuliana De Sio: in fase di guarigione dopo il Covid

Giuliana De Sio, celebre attrice italiana, cresciuta a Cava de Tirreni, molto legata a Napoli, ha contratto il Covid-19 ed è attualmente in fase di guarigione.

L’attrice è in isolamento da 15 giorni, ed ha affermato che dopo il secondo tampone effettuato allo Spallanzani di Roma, la situazione sembra migliorare. La De Sio ha parlato in prima persona delle propria battaglia contro il Coronavirus, per fortuna in via di guarigione. Ricoverata all’ospedale Spallanzani di Roma, l’attrice ha raccontato con una didascalia struggente, “L’orrore che sta vivendo e la vita inevitabilmente segnata per un virus per il quale ancora non c’è cura”. Una prova dura, ha raccontato la De Sio, in solitudine; per fortuna non è stata necessaria la terapia intensiva, ma l’isolamento. 

Ora a distanza di giorni, il sindaco del Casertano, ha “accusato” l’attrice di esser stata un potenziale veicolo di contagio per le persone del casertano. Antonio Mirra, primo cittadino di Santa Maria Capua Vetere, ha spiegato che le sue dichiarazioni nascono dai tanti contagi, registratosi in città, soprattutto negli ultimi dieci giorni. Ricordiamo che nel comune di Santa Maria Capua Vegefe si registrano 18 contagiati e anche un decesso. 

Naturalmente, la ricostruzione dei contatti avuti dalla De Sio, spetta all’ASL, ma si apprende che l’attrice ha contratto il virus a metà febbraio, e i cittadini di Santa Maria Capua Vedere, si sono ammalati o hanno mostrato i primi sintomi, tra la fine di febbraio e i primi di marzo. Erano tutti spettatori di uno spettacolo tenutosi lo scorso 24 febbraio, cui ha preso parte anche l’attrice.

Per fortuna il virus contratto da Giuliana De Sio, è stato curato ed è in fase di guarigione. Il primo cittadino della cittadina dov’è si è tenuto lo spettacolo, ha affidato il proprio messaggio ad un video pubblicato sulla propria pagina Facebook.  Lo spettacolo in questione si intitolava – Le signorine –  tenutosi al Teatro Garibaldi, al quale erano presenti sia il paziente uno che il paziente due e le figlie del paziente purtroppo deceduto nei giorni scorsi. 

Quella del sindaco non è una attribuzione di colpa, ma un’affermazione piuttosto mirata, infatti si legge in merito: “Stimo Giuliana De Sio, ma essendo un personaggio pubblico, lei o il suo Entourage avrebbero potuto comunicare eventuali malattie o contagi”.