4shared
13.7 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Giugliano premia le sue eccellenze

Da non perdere

Antonio Luca Russohttps://www.21secolo.news
Studente di Giurisprudenza presso l’Università “Federico II” di Napoli, fin da piccolo appassionato di attualità, scienze, polita ed esteri. Tra un manuale di diritto e l’altro, adora espandere i propri orizzonti con viaggi e letture. Crede fermamente nei princìpi espressi nella nostra Costituzione e nel ruolo fondamentale della Giustizia nella nostra società.

Si è tenuta lo scorso giovedì la prima edizione del “Premio Auchan alla eccellenze del territorio di Giugliano”. La premiazione, tenutasi all’interno della galleria del parco commerciale Auchan di Giugliano, ha visto susseguirsi sul palco diverse personalità che, nel loro piccolo, hanno contribuito e contribuiscono tutt’oggi a rendere il nostro territorio un posto migliore, tra cui:

Giovanna Mugione, in rappresentanza dell’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato Guglielmo Marconi.

Angelo Punzi, imprenditore.

Alla memoria di Giovanni Vasca, “virtuoso esempio di carità cristiana e di abnegazione sociale, per aver fatto, nella professione medica, una coraggiosa scelta missionaria, trasferendosi per vari anni,  in Kenia e poi nel Ghana, per andare ad alleviare le sofferenze e le malattie in diversi villaggi delle popolazioni indigene”.

Don Raffaele Grimaldi per “la coerente generosa indole missionaria, esercitato a servizio dei bisognosi della comunità giuglianese, degli emarginati e dei migranti, attraverso le istituzioni caritatevoli dei diversi centri di accoglienza da lui fondati e gestiti con l’ausilio del volontariato locale”.

A Giovanni Fernandes che “nel corpo, ventiduenne, il 19 gennaio del 1983, è stato tragicamente colpito dalla criminalità organizzata, e, dopo trent’anni, offeso dalle istituzioni distratte e superficiali col non volergli riconoscere lo status di vittima innocente della camorra”.

Lo scrittore Massimo Cacciapuoti che “esprime, con semplicità culturale e profonda attenzione umana, l’appartenenza al territorio, continuando a mantenere viva tra i suoi interessi sociali la voglia di contrastare il disagio nella nostra terra”.

Il calciatore Luigi Castaldo, “esempio di sana competizione sportiva per i giovani del nostro territorio”.

Dulcis in fundo, Raffaele Cantone, ex magistrato anticamorra ed ora presidente nazionale dell’autorità nazionale anticorruzione. L’ex PM ha inoltre tenuto un breve faccia a faccia con il direttore del quotidiano partenopeo IL MATTINO dove, tra le altre cose, ha ancora una volta ribadito la sua intenzione di non voler entrare in politica.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli