Giugliano, arrestato per aver investito 3 ciclisti

21secolo_carabinieri_filomena_scala
Carabinieri

Qualche giorno fa, intorno alle 6 del mattino, un 24enne alla guida di una utilitaria blu, ha investito 3 ciclisti albanesi mentre raggiungevano il proprio luogo di lavoro attraverso una strada stretta e rettilinea situata tra Caserta e Napoli.

Il giovane, dopo aver investito i 3 è subito fuggito senza prestare aiuto o allertare i soccorsi.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, però, l’uomo si sarebbe fermato più in là, ma unicamente per cambiare uno degli pneumatici della sua vettura, che a causa dell’urto si era danneggiato.

Dopo l‘incidente uno dei ciclisti, un 26enne albanese, è morto a causa delle gravissime ferite.

Mentre i due sopravvissuti, hanno riportato gravi lesioni e contusioni e sono stati ricoverati in ospedale.

I carabinieri della Compagnia di Giugliano che hanno effettuato i rilevamenti sul luogo dell’incidente hanno posto sotto sequestro la bici del 26enne deceduto e hanno rilevato sul terreno e sulla stessa bici, alcuni frammenti della carrozzeria dell’auto pirata.

Successivamente, hanno analizzato alcuni filmati di videosorveglianza, posti nelle vicinanze del luogo dell’incidente, da alcune attività commerciali.

Attraverso quei video sono riusciti a risalire alla vettura e hanno così controllato tutte le autofficine della zona di Villa Literno, luogo di residenza del 24enne, in cerca dell’utilitaria blu.

Trovata l’autofficina con l’auto del pirata della strada, hanno fatto i dovuti accertamenti e ispezioni, durante le quali, il proprietario dell’auto si è presentato per controllare se i lavori fossero completi.

L’uomo è stato subito fermato e, davanti al giudice, ha ammesso la sua colpevolezza.

E’ adesso agli arresti domiciliari in attesa del processo per omicidio stradale e omissione di soccorso.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories