4shared
9.3 C
Napoli
lunedì, 29 Novembre 2021

GIornata Mondiale della Salute Mentale: perchè nessuno resti indietro

Una giornata per sensibilizzare governi e popolazioni sui disturbi mentali, per evitare disuguaglianze e discriminazione

Da non perdere

La Giornata Mondiale della Salute Mentale (World Mental Health Day)  venne istituita nel 1992 dall’Organizzazione Mondiale per la Salute Mentale. Questa ricorrenza è riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ed ha lo scopo di sensibillizzare le persone verso i disturbi mentali.

Ogni anno, il 10 ottobre, viene scelto un aspetto diverso di questo problema e attraverso varie iniziative si pone l’attenzione su di esso.

Nel 2021 lo slogan scelto  è: “Salute Mentale in un mondo ineguale (Mental Health in an Unequal World) .

Uno slogan scelto per sottolineare come esistano ancora oggi notevoli disparità nei confronti delle persone affette da disturbi mentali, non solo dal punto di vista dell’inclusione sociale, ma anche purtroppo nell’accesso alle cure.

Una possibilità che invece non viene negata ad altri tipi di patologie.

Una persona affetta da disturbi mentali è spesso soggetta a forme di discriminazioni sociali e ha difficoltà a trovare il suo posto nel mondo. Una difficoltà che spesso si ripercuote anche sulla vita dei familiari, che vengono emarginati e si trovano ad affrontare da soli i problemi che un ammalato di questa natura può incontrare.

Causa di ciò è sicuramente il pregiudizio e la mancata conoscenza di questo tipo di disturbi, eco perchè c’è l’esigenza di porre l’attenzione su questi problemi dedicandovi una giornata ad interesse internazionale.

Quello che forse molti non sanno è che nel mondo quasi un miliardo di persone convive con un disturbo mentale e che ogni 40 secondi nel mondo una persona si suicida. Ciò però non fa del malato mentale un pericolo per gli altri, semplicemente una persona in difficoltà che ha bisogno di aiuto, perchè così come recitava lo slogan del 2019  la Malattia Mentale “si Cura”.

La scelta di quest’anno però è maggiormente rivolta agli aministratori e ai governi stessi. La crisi economica post pandemica ha infatti creato un gap ancora maggiore per queste persone nell’ambito dell’accesso alle cure.

Una crisi che ha purtroppo causato anche l’aumento dei suicidi e delle patologie legate alla mente, questo secondo i dati riportati dall’OMS.

Per la Giornata Mondiale della Salute Mentale 2021  il Professor Gabriel Ivbijaro MBE JP, Segretario Generale WFMHL, ha dichiarato che essa offre “a ciascuno l’opportunità di unirsi e agire insieme per affrontare queste disparità e per garantire alle persone con disturbi mentali e i loro cari di essere pienamente integrate nella vita quotidiana, in tutti i suoi aspetti.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli