17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Giornata mondiale della proprietà intellettuale: tutelare nuove attività

L’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, o semplicemente WIPO, mira ad avvalorare attività ed esperienze di successo, sottolineando al contempo, l’importanza dell’ambiente nell’attuazione di tali innovazioni.

Da non perdere

Il 26 aprile è la Giornata mondiale della proprietà intellettuale. 

L’evento è stato celebrato la prima volta nel 2001, indetto dall’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale.

Cosa si intende per proprietà intellettuale

La proprietà intellettuale si riferisce, secondo i canoni del diritto, all’insieme dei principi giuridici che regolano e quindi tutelano ciò che nasce dall’inventiva e dall’ingegno umano. 

La tutela di tali “frutti” è sancita dal monopolio che vincola lo sfruttamento di essi, e aiuta a tutelare il cosiddetto inventore, qualora si verificassero dei furti o degli usi non consentiti.

Essendo beni immateriali, in quanto invenzioni e creazioni, occorrono forme di “difesa” di natura diversa. Oltre al monopolio, altre formule legali sono: i brevetti, ma anche i marchi e i diritti d’autore, copyright per quanto riguarda le opere letterarie.

La proprietà intellettuale riveste un importante ruolo, soprattutto di natura sociale, grazie al quale si stimola ed incoraggia il ben noto estro umano.

Tutelare e favorire lo sviluppo di attività innovative

Ogni 26 aprile ricade tale ricorrenza, conosciuta anche come “Ip Day” e sempre più incline ad uno sviluppo di natura green e dunque ecosostenibile.

L’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, o semplicemente WIPO, mira ad avvalorare attività ed esperienze di successo, sottolineando al contempo, l’importanza dell’ambiente nell’attuazione di tali innovazioni.

Le responsabilità nelle scelte di consumo, ma anche un clima di unità e collaborazione, il contributo dei giovani e dei giovanissimi, è di fondamentale importanza per lo sviluppo di una società sana. 

Proteggere tutti coloro che creano, che impiegano il proprio tempo nella costruzione e realizzazione di opere o esperienze di interesse pubblico, di natura culturale, tecnologica, sociale, è la base sulla quale converge il fine principale della Giornata della proprietà intellettuale.

Con lo sviluppo della tecnologia e sempre più persone connesse ad internet, la realtà è cambiata, si è evoluta.

La Giornata mondiale della proprietà intellettuale offre dunque l’occasione per rendere omaggio ai creatori e agli innovatori, che arricchiscono il mondo, il cui operato è necessario per lo sviluppo culturale e tecnologico del Paese, in un’ottica di crescita, possibilmente green.

La tutela della proprietà intellettuale è cruciale è fondamentale anche nelle strategie di internazionalizzazione, non solo per le grandi imprese, ma anche per le realtà più piccole affinché possano farsi conoscere, in grande, non solo in Italia.

Sui mercati internazionali, le imprese devono poter proteggere allo stesso tempo i loro disegni e modelli in modo sicuro.

Il 26 aprile dunque, è una data – evento che ricopre un ruolo  fondamentale per la crescita del Paese.

Ricordiamo inoltre, che la Giornata della proprietà intellettuale, è volta a proteggere non solo colui che crea, ma tutta la società.

La proprietà intellettuale infatti, è importantissima per la crescita economica di una determinata realtà.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli