18.8 C
Napoli
lunedì, 26 Settembre 2022

Giorgio Armani: il cultore dell’eleganza italiana

Giorgio Armani, una figura eclettica, anticonvenzionale, il massimo esponente della bellezza e del buon gusto italiano, compie oggi 88 anni. Una personalità rivoluzionaria, che ha ridefinito il concetto stesso di arte, bellezza e moda.

Da non perdere

Giorgio Armani, un nome che rappresenta una figura fondamentale nel mondo della moda italiana ed internazionale. Lo stilista, grazie ad un’innata vocazione e competenza artistica, ha ridefinito i canoni della moda, dando nuovo slancio ai termini di eleganza, stile ed innovazione.

Nato a Piacenza nel 1934, in un’Italia che viveva il ventennio fascista, con il fantasma del secondo conflitto mondiale che si avvicinava sempre più. Giorgio trova il modo di canalizzare le sue passioni, di impiegarle efficacemente creando qualcosa di inedito, accattivante e spettacolare.

Lo stile proposto da Armani non va inteso come un qualcosa di rigido, predefinito ed immutabile. Al contrario, lo stilista propone come concetto alla base della sua opera la mutevolezza; la possibilità di cambiare, di toccare tutte le forme e le sfumature del bello, restando, però, nei canoni dell’eleganza.

Primo attore di quella sartorialità, di quella squisita manualità, che ha reso il Made in Italy famoso in tutto il mondo.

Armani propone un’idea di stile che passa dal casual a forme ricercate, senza perdere il suo tratto distintivo; la capacità di innovare e di rinnovare, di ridefinire un capo rendendolo unico.

Giorgio Armani, i primi anni dell’artista che ha ridefinito la moda

Ma la carriera di Giorgio Armani non è stata esente da sacrificio, impegno e dedizione. Gli elementi che ne hanno fatto una vera e propria icona da seguire, nonché un riferimento indispensabile nel mondo della haute couture.

Dopo il trasferimento a Milano con la famiglia, viene assunto alla Rinascente, dove comincia la sua carriera come vetrinista. Grazie a quest’esperienza, Armani ha la possibilità di mettere in pratica il suo rinomato senso del bello; un primo passo nel mondo della moda, che da lì a qualche anno, avrebbe rivoluzionato.

Nel 1975 apre l’azienda che lo ha reso famoso in tutto il mondo, proponendo un’idea di moda elegante, ma funzionale allo stesso tempo, un tratto unico che lo distingue dalla concorrenza.

Durante il suo percorso artistico, Armani ha realizzato abiti per le figure più influenti del mondo dello spettacolo internazionale, descrivendole, fotografandone l’identità e dando loro la possibilità di essere rappresentate adeguatamente, e di apparire al meglio. Tra i tanti che hanno scelto di affidarsi allo stilista, annoveriamo: Sophia Loren, Cate Blanchett e Richard Gere.

Armani: le donazioni durante il lockdown

Una personalità eclettica, animata da una forte sensibilità. Infatti, durante la pandemia, Armani ha elargito svariate donazioni ad alcuni ospedali impegnati nella lotta al Covid-19. Inoltre, si è reso utile producendo mascherine e camici per gli operatori sanitari.

Nel corso del lockdown, lo stilista ha lanciato un appello all’ industria della moda; chiedendo di ridurre la produzione, per limitare l’inquinamento.

Per quanto riguarda il suo ottantottesimo compleanno, lo stilista dichiara: “Lo passerò come sempre, con i miei affetti più cari in maniera molto privata”.

Giorgio Armani, una figura eclettica, il massimo esponente della moda italiana; quest’ultimo con talento, passione ed infinità creatività, ha saputo esprimere la moda come fenomeno sociale, conferendole una nuova anima, nuove prospettive ed opportunità.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli