13.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Febbraio 2023

Gina Lollobrigida si è spenta a 95 anni

Da non perdere

Gina Lollobrigida si è spenta a 95 anni.

Un grande lutto per il mondo dello spettacolo, una perdita immensa per il cinema italiano.

La fata turchina che con mano tenere accarezzava e bacchettava Pinocchio nel film di Comencini, si è spenta oggi. Quella tenerezza ma anche quello spirito forte e tenace da Bersagliera, personaggio interpretato magistralmente in Pane, amore e fantasia, l’hanno sempre contraddistinta, fino alla fine. Ogni giorno, dando prova di quanto professionale e sempre umile, nonostante il successo.

A settembre Giga Lollobrigida era caduta in casa e fu necessario il ricovero in ospedale. L’incidente al femore aveva purtroppo dato inizio a vari problemi di salute per la celebre attrice italiana.

La sua fama è legata al nuovo cinema italiano del neorealismo: lavora con Pietro Germi (“La citta’ si difende”) e con Carlo Lizzani (“Achtung banditi”). Il primo successo personale è però fuori dai confini: il francese “Fanfan la Tulipe” con Gerard Philipe nel 1952. Recita per Rene Clair, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli e Steno, Mario Soldati come dicevamo inizialmente con Comencini (1953).

Conosciuta da tutti come la Lollo del cinema italiano, insieme a Sophia Lorena, la celebre attrice ha contribuito a creare l’immagine della diva italiana, diventata poi una vera e propria star internazionale.

“La Bersagliera ci ha lasciato. Profondamente addolorati ne danno il triste annuncio il figlio Milko e suo nipote Dimitri. La famiglia chiede, in questo momento di grande dolore, da parte dei media il massimo rispetto. Seguiranno ulteriori comunicazioni in merito”.

Gina Lollobrigida era una donna, prima ancora che un’attrice, una vera e propria Signora del cinema italiano e non solo, che aveva saputo riscattarsi da una infanzia povera, grazie al proprio talento e a quell’incolmabile voglia di fare.

Il cuore della Lollo si è fermato per sempre, ma il suo ricordo continuerà a vivere in quanti l’hanno amata, in quanti la ricorderanno con immenso affetto.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli