4shared
18 C
Napoli
martedì, 19 Ottobre 2021

Giappone: vulcano Ontake si risveglia

Da non perdere

Emanuela Iovinehttps://www.21secolo.news
Ambiziosa, testarda e determinata. Napoletana ma residente a Gallarate. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", presentando una tesi dal titolo: "Tendenze Linguistiche del Giornalismo dalla carta al web". Iscritta dal Novembre 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Diplomata nel Giugno 2013 in danza classica e moderna e attualmente docente di lettere.

Dopo sette anni di silenzio il vulcano Ontake, nel Giappone centrale, si è risvegliato improvvisamente nella giornata di sabato alle ore 11.53 locali e corrispondenti alle 4:53 in Italia. È considerato per la sua altezza il secondo vulcano più imponente del Paese dopo il Fuji-san e ha manifestato il suo risveglio con un’esplosione che ha fatto fuoriuscire dal cratere quantità enormi di cenere e sassi.

Vulcano Ontake
Vulcano Ontake

A essere colti di sorpresa sono stati 230 escursionisti che al momento dell’eruzione si trovavano sul posto e tra loro risultano esserci 30 morti per arresto cardiaco e respiratorio, circa 30 sono invece i feriti gravi e 11 i dispersi. Il vulcano non sembra dare sosta e da oltre 24 ore sta continuando la sua attività, ma nonostante le difficoltà i soccorsi stanno continuando i lavori di ricerca per aiutare le persone rimaste bloccate. Toccante è la testimonianza dei sopravvissuti che hanno dichiarato: “pensavamo di morire, è successo tutto troppo rapidamente e non riuscivamo né a respirare e né a vedere cosa stesse accadendo intorno a noi a causa della cenere”.

La Japan Meteorological Agency ha invece ammesso la sorpresa per il fenomeno poiché da settembre vi erano segni di vita del vulcano ma relativi a eventuali terremoti in zona, nessuno però si aspettava un rischio eruzione. Un funzionario dell’agenzia ha poi infine aggiunto: “era troppo difficile da prevedere, un’allerta di tre su una scala di cinque”. Attualmente è stato diffuso dall’Agenzia l’invito a restare almeno 4 Km lontani dal cratere per l’eventualità di una nuova eruzione e i residenti delle zone sottostanti il vulcano sono state al momento evacuate. Una delle più importanti eruzioni dell’Ontake risale al 1979, poi altre di entità minore si sono ripetute nel 1991 e l’ultima nel 2007.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli