La Guardia di Finanza non va in vacanza!

Importante sforzo della Guardia di Finanza che anche nel periodo estivo non abbassa la guardia. Rafforzati Infatti i controlli in tutte le zone turistiche della penisola con oltre 25.000 interventi Condotti dalle Fiamme Gialle che dal mese di giugno ad oggi hanno effettuato il 20% in più di controlli rispetto la scorsa stagione.

La mission Infatti è sempre quella contrastare il fenomeno della illegalità e garantire il libero svolgimento delle imprese sane, nonché il livello di sicurezza economico finanziaria ai cittadini rendendoli indenni dalle brutte sorprese che si possono celare nei mesi estivi, durante i quali ovviamente si è maggiormente spensierati e forse anche un po’ meno attenti rispetto a quelle che potrebbero essere le sorprese riservate dal mercato e in generale nel settore turistico fortemente inflazionato dal fenomeno della illegalità. Si va Infatti dalla lotta all’abusivismo commerciale, alla evasione fiscale legata alle case vacanze e ai bed and breakfast, numerosissimi questi, sorti come funghi al primo sole, molti dei quali però Privi delle necessarie autorizzazioni. Un importante intervento è stato eseguito anche nella lotta alla truffa al carburante, nonché al caporalato e alla contraffazione, oltre che ai traffici di droga che nel periodo estivo vedono concentrata la loro attività proprio nei luoghi di villeggiatura.

Ad Ischia sono state colte in flagranza di reato 5 persone quattro italiani e un tedesco sono risultati sprovvisti di abilitazione Per l’esercizio di guida turistica mentre erano intenti ad accompagnare gruppi di villeggianti di nazionalità italiana, tedesca e inglese sull’isola verde. A Firenze invece è stato rinvenuto all’interno di un appartamento un ambulatorio medico abusivo gestito da due cittadini di origine cinese, all’interno del quale vi erano molti farmaci scaduti, flebo, siringhe e attrezzature varie, oltre due cinesi in camice da medico, intenti addirittura a prescrivere farmaci ad una lunga coda di persone in attesa.

A Catania bed and breakfast inesistenti per il fisco, ma ricercatissimi online. Sono state Infatti individuate 11 strutture ricettive irregolari, di cui 5 completamente abusive perché prive delle necessarie autorizzazioni. Sotto la lente di ingrandimento delle Fiamme Gialle sono finiti anche i proprietari di seconde e terze case per gli affitti nelle località di vacanza, degli oltre 400  controlli complessivamente svolti, due su tre sono Infatti i risultati irregolari con punte in Sardegna, Puglia, Toscana, Emilia Romagna e Lazio dove si sono riscontrati i casi più numerosi.

Il focus però appare quello proprio della contraffazione, con quasi 90 milioni di articoli non sicuri sequestrati dalla GDF, con una media di quasi un milione e mezzo di pezzi al giorno tolti dal mercato giocattoli, calzature, accessori per abbigliamento e oggetti di bigiotteria i prodotti maggiormente falsificati. Tra le azioni delle fiamme gialle una in particolare ha raccolto il riscontro della collettività,  quella relativa il salvataggio di una anziana escursionista smarritasi ad oltre 2000 metri di quota sull’Alpe Arale in Valtellina, ritrovata alla base di un canale e portata in salvo grazie all’intervento di un elicottero.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories