21.2 C
Napoli
giovedì, 6 Ottobre 2022

Gazzetta dello Sport, nacque il 3 aprile del 1896

Da non perdere

Oggi, 3 aprile, è una data importante per il mondo dello sport, in quanto, nel lontano 1896, nacque una delle testate giornalistiche sportive più conosciute, la Gazzetta dello Sport. La testata nacque a Milano e, dalla sua creazione, è stata una delle testate a riscuotere più successo in assoluto, arrivando ai giorni nostri ancora con molti seguaci.

La Gazzetta dello Sport è anche, spesso e comunemente, chiamata, dai propri lettori, in modo simpatico e affettuoso, la Rosa o la Gazza. Il primo nomignolo è dovuto all’attuale colore, che contraddistingue il giornale, il secondo è una simpatica abbreviazione del nome del giornale.

Il giornale è nato grazie a due giornalisti Eugenio Camillo Costamagna e Eliso Rivera e vide luce grazie alla fusione di due periodici, dei quali i giornalisti erano direttori, che trattavano unicamente di ciclismo, rispettivamente il settimanale Il Ciclista e il bisettimanale La tripletta, che erano nati, entrambi, l’anno precedente. Fu così che prese vita la Gazzetta, il cui nome originario era la Gazzetta dello Sport – Il ciclista e la Tripletta.

Proprio questo condizionò gli esordi della Gazzetta, che, inizialmente, trattava di sport in ambito ciclistico, e, a tal proposito, è importante sottolineare che, la Gazzetta, ha dato forma e ha organizzato il Giro d’Italia, il più importante e famoso evento ciclistico italiano.

Il primo numero della testata uscì sul mercato con 20 mila copie e costava 5 centesimi di lire.

Ma, non c’è stato, fin da subito il colore rosa a dominare la scena, infatti, all’inizio le copie erano stampate su carta verde chiaro, successivamente fu adottato il giallo, per poi tornare di nuovo al verde. Solo nel 1899, il 2 gennaio, per la precisione, la stampa uscì su colore rosa, che poi è diventato il segno distintivo, e non ha subito ulteriori variazioni, fino ad arrivare ad oggi.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli