4shared
8.5 C
Napoli
mercoledì, 1 Dicembre 2021

Fusione Fiat-Chrysler: nasce FCA

Da non perdere

Raffaele Della Rotonda
Collaboratore XXI Secolo.

L’11 luglio del 1899 un gruppo di aristocratici ed imprenditori torinesi fondava la FIAT, acronimo di Fabbrica Italiana Automobili Torino. Quattro anni dopo, nel 1903, il titolo azionario debuttò a Piazza Affari. Dopo 111 anni il titolo FIAT cede il passo a FCA, Fiat Chrysler Automobilies, e vola a Wall Street.

Dal 13 ottobre 2014, infatti, quella che per oltre un secolo è stata la casa automobilistica italiana per antonomasia, è diventata una società di diritto olandese, con sede legale ad Amsterdam e sede fiscale a Londra,  mentre in Italia è rimasta solo la sede del maggiore azionista del gruppo, la holding EXOR S.p.A.

Si è così completato il disegno strategico annunciato da Gianni Agnelli quindici anni fa, nel 1999, in occasione della festa per il centenario della FIAT. “Siamo ancora troppo italiani, siamo un gruppo semi-internazionale“.

Nonostante l’abbandono dell’Italia, i titoli FCA hanno chiuso in positivo la giornata inaugurale a Piazza Affari agganciando la soglia dei 7 euro con un rialzo dell’1,22%. Deludente, invece, è stato l’esordio per Fiat Chrysler Automobiles nei mercati finanziari d’oltreoceano: nel giorno del suo approdo a Wall Street, il titolo chiude in calo dell’1,00% a 8,91 dollari per azione.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli