17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

From past to present: a volte ritornano…

Da non perdere

Andrea Tarallo
Collaboratore XXI Secolo. Laureato in “Scienze Storiche” presso l’Università degli studi di Napoli “Federico II” con una tesi sulla storia politica e economica dell’Argentina tra XX e XXI secolo

A volte ritornano… È proprio il caso di dirlo; per quanto – riconosciamo – possa sembrare incredibile. No, non stiamo parlando della famosissima raccolta di racconti di Stephen King uscita nel 1978. Non stiamo parlando neanche del film del 1991 di Tom McLoughlin ad essa ispirata. E se ve lo state chiedendo, non ci riferiamo nemmeno all’omonimo romanzo – particolarmente ironico – dello scrittore scozzese John Niven, pubblicato nel 2011.

Il ritorno di cui vi parliamo non è né quello di un manipolo di teppistelli venuti dal passato per vendicarsi, né tantomeno quello del Figlio di Dio venuto a rimettere le cose a posto; ma più semplicemente vogliamo parlavi oggi del ritorno del Nokia 3310. Avete letto bene, del cellulare che dal 2000 al 2005 ha venduto nel mondo ben 126 milioni di esemplari. Ad annunciarlo è stato proprio la HMD Global che ha rilevato il marchio della multinazionale finlandese; indicando come occasione di lancio, il prossimo Mobile World Congress di Barcellona (27 febbraio – 2 marzo 2017).

Al momento non è dato sapere in quale veste farà il proprio ritorno sul mercato il cellulare che per molti costituisce l’icona di un’epoca. Secondo gli esperti sarà però in forma rivista e corretta; conservando comunque le caratteristiche che l’hanno reso uno dei telefonini più amati. Pertanto per trovare risposte agli interrogativi riguardo design, sistema operativo, funzionalità e prezzo bisognerà aspettare fine mese.

Per i nostalgici, intanto, proviamo a ricordarne insieme i tratti salienti: una forma piuttosto smussata ed arrotondata, antenna integrata, ottimo rapporto dimensioni / peso, uno schermo bianco e nero 84 x 48, tecnologia 2G, ma soprattutto un autonomia di ben 260 ore in standby e poco meno di 5 ore in talktime. Insomma qualcosa questo di quasi fantascientifico rispetto alla durata degli attuali smartphone.

Comunque sia, bando ai sentimentalismi indotti dalla nostalgia, nel countdown che si separa dal MWC di Barcellona non ci resta dunque che sperare che questa volta, il famoso aforisma di Lessing, “L’attesa del piacere è essa stessa il piacere”, non trovi conferma; e che il nuovo Nokia 3310 sia tornato davvero per spopolare.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli