17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Francesco Emilio Borrelli aggredito con una spranga

"Mi ha causato contusioni alla spalla e all'anca destra con prognosi di 5 giorni”, afferma. L'aggressione è avvenuta fuori il cimitero Nuovissimo

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

Francesco Emilio Borrelli è stato aggredito all’esterno del cimitero Nuovissimo.

La causa dell’aggressione?

Il consigliere regionale della Campania dei verdi cercava di sventare l’illecito business attuato da un parcheggiatore abusivo dinanzi la struttura pubblica, situazione imbarazzante e sdegnosa.

Francesco Borrelli stava effettuando una registrazione dell’attività illecita quando l’uomo lo avrebbe intimato di allontanarsi, in maniera del tutto inopportuna, impugnando poi una spranga per colpirlo ripetutamente. All’arrivo degli agenti di polizia municipale, l’uomo si sarebbe nascosto in mezzo alle tombe, ma sarebbe stato comunque riconosciuto grazie alle testimonianze dei presenti.

5 giorni di prognosi per Francesco Emilio Borrelli, che ha prontamente denunciato il fatto.

“Un parcheggiatore abusivo mi ha aggredito con una spranga all’esterno del cimitero Nuovissimo di Napoli. La solita storia purtroppo, quando andiamo a bloccare gli affari di questi cialtroni, vanno in escandescenza e danno piglio alla violenza. Ci eravamo recati sul posto perché tanti cittadini ci avevano segnalato la presenza, in questo giorno festivo, di parecchi guardamacchine che chiedevano 5 o 10 euro a macchina. Sul posto ho filmato e fotografato la situazione, ma a uno di loro non è andata giù la cosa e mi ha assalito. Questo energumeno ha iniziato ad intimarmi di allontanarmi, per poi passare alle minacce. Mi ha gettato il cellulare per terra e ha preso una spranga, di quelle che si usano per montare gli ombrelloni. Mi ha inseguito e colpito più volte. Per fortuna sono intervenuti due agenti della polizia municipale, ma l’uomo si è dato alla fuga da vero vigliacco. Si è nascosto tra le tombe, ma grazie alla testimonianze dei presenti e alle denunce di alcuni cittadini sono riuscito a identificarlo e denunciarlo. Mi ha causato contusioni alla spalla e all’anca destra con prognosi di 5 giorni. E c’è ancora chi dice che sono brave persone, che lo fanno per ‘portare il pane a casa’, per sostenere le famiglie”, ha affermato il consigliere regionale della Campania dei verdi, Francesco Emilio Borrelli.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli