24.5 C
Napoli
mercoledì, 5 Ottobre 2022

Finale NBA: San Antonio stende Miami

Da non perdere

Questa notte a San Antonio, nella straordinaria cornice dell’AT&T Center, si è giocata la Gara-1 della finale NBA tra i San Antonio Spurs, vincitori della Western Conference; e i Miami Heat, vincitori della Eastern Conference. Il primo punto delle serie, al meglio di 7 partite, è stato conquistato dai padroni di casa che hanno sconfitto i rivali con il punteggio di 110-95.

Una gara rocambolesca e ricca di spettacolo fra le 2 squadre più forti del campionato americano di basket. La partita con il punteggio sempre in costante equilibrio si è sbloccata solo all’ultimo quarto quando gli Spurs hanno preso il largo grazie anche a un infortunio che ha messo al tappeto LeBron James.

Parte forte Miami che grazie a Bosh dopo i primi minuti conduce 7-2, dall’altra parte si sveglia Manu Ginobili che centra 2 triple consecutive e rimette il punteggio in parità, il cestista argentino chiudere il match con 16 punti e 11 assist. Il primo tempo si chiude 54-49 per i padroni casa, ma durante l’intervallo si guasta l’impianto di condizionamento dell’AT&T Center e la temperatura all’interno dell’arena arriva a toccare addirittura i 33 gradi. Un caldo infernale si abbatte sui tifosi e in particolar modo sui giocatori. Con il passare dei minuti è proprio la star di Miami, LeBron James, ad accusare i crampi e a lasciare il parquet a 7 minuti dalla fine, nonostante l’uscita anticipa il suo score è di 25 punti, 6 assist e 3 rimbalzi.

Gli Heat orfani del loro miglior elemento, subisco un devastante parziale di 15-4 a favore degli Spurs. La partita si chiude con il punteggio di 110-95. Per San Antonio c’è da segnalare la straordinaria partita di Tim Duncan, 21 punti e 10 assist. Ottime anche le prestazioni di Tony Parker, 19 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, e Green, 13 punti. Buona anche la gara di Marco Belinelli, primo italiano a raggiungere una finale di NBA, per lui 9 punti in 18 minuti.

Per gli Heat che restano comunque la squadra favorita per la vittoria finale, la serata non è stata del tutto negativa. I 19 punti di Wade e i 16 di Ray Allen lasciano ben sperare, adesso l’obbiettivo è recuperare in fretta James e giocarsi di nuovo in Texas Gara 2, nella notte fra domenica e lunedì, cercando di pareggiare subito la serie.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli